Video

Passeggero sputa sulla taxista VIDEO FOTO telecamera Dashcam

Telecamera Dashcam: il passeggero sputa alla donna taxista

Telecamera Dashcam riprende la taxista che si deterge il viso con la mano

LONDRA – Telecamera Dashcam, montata dentro un taxi inglese ha immortalato l’istante in cui un passeggero ha sputato in faccia a una donna taxista, sotto gli occhi inebetiti dalla birra dei suoi amici. La telecamera Dashcam è una piccola telecamera montata in un veicolo, sul parabrezza oppure sullo specchietto retrovisore interno degli autoveicoli (se montate nel manubrio di motocicli e biciclette oppure sul caschetto, spiega il sito Assistenza video auto, prendono il nome di action cam).

La telecamera Dashcam ha ripreso tutto, immagine dopo immagine: l’uono che sputa, la donna che chiude gli occhi disgustata e poi si pulisce il volto con una mano, una mano femminile che si tende dal sedile posteriore cercando di calmarla, l’aria un po’ ebete di un altro passeggero.

La conducente del taxi, osserva il Daily Mail che ha rivelato il disgustoso e incivile episodio, è rimasta così sconvolta che ha dovuto restare a casa qualche giorno per riprendersi dallo shok. La donna, cui è stato un nome di convenienza, Kris, ha 31 anni. Ripresa dallo sfgomento, ha anche messo in movimento una iniziativa per maggiore protezione dei taxisti.

San raffaele

L’incidente è avvenuto nel gennaio 2012 alle 7 e mezzo di sera fuori di un pub, uno dei tanti che costellano la Gran Bretagna, a Lincoln, nel Nord, in un rione chiamato Newport la cui origine risale ai primi secoli dell’era cristiana, con la occupazione romana.

Fuori del pub c’erano due uomini e una donna che cercavano un taxi: “Non erano proprio sobri ma nemmeno troppo ubriachi”, probabilmente un po’ alticci, ha detto la giovane donna. La donna e uno dei due uomini si sono seduti sul sedile posteriore, l’altro uomo su quello anteriore, perché aspettavano un quarto passeggero che si sarebbe dovuto sedere dietro anche lui.

Mentre aspettavano, l taxista ha chiesto ai passeggeri di chiudere la porta posteriore del taxi. Richiesta non gradita dai passeggeri, piccola discussione della taxista con quello seduto accanto a lei, conseguente invito a scendere dal taxi. Il paseggero fa per scendere, ma prima sputa addosso alla taxista.

Il passeggero sputatore era probabilmente un po’ alterato dalla birra o da quel che aveva bevuto nel pub. Non voleva sedere davanti perché altrimenti “sarebbe toccato a lui di pagare”.

Di punto in bianco ha cominciato a dire parolacce alla taxista che, da perfetta inglese sobria ha replicato: “Pardon?”, spiegando poi:

“Cercavo di essere professionale. Pensavo di rinunciare alla corsa e chiamare un altro collega a sostituirmi. Per questo ho chiesto loro di uscire dal mio taxi”.

 

La taxista ha denunciato l’incidente alla Polizia, indicando la destinazione che le era stata indicata all’inizio come possibile indizio. Se riusciranno a identificarlo, potrebbe essere incriminato per aggressione.

 

To Top