Video

YOUTUBE VIDEO valanga su Monte Nevoso uccide 6 sciatori

Valanga travolge alpinisti a 3mila metri in Val Pusteria

Valanga travolge alpinisti a 3mila metri in Val Pusteria

BOLZANO – Sono sei i morti provocati dalla valanga del 12 marzo scorso sul Monte Nevoso, in Valle Aurina, sulle Alpi Pusteresi in Alto Adige. Cinque vittime italiane, dell’Alto Adige, e un austriaco.

Dopo una giornata di soccorsi si conta anche un ferito, nessun disperso.

San raffaele

L’incidente è avvenuto a oltre 3000 metri di quota. L’intervento di soccorso è stato molto difficile. Gli uomini del soccorso alpino della zona e le unità cinofile sono stati portati in quota dagli elicotteri. Il pericolo valanghe attualmente è marcato (grado 3 di 5) con tendenza in aumento nel corso della giornata.

Per poter raggiungere il luogo ad oltre 3.000 metri di quota gli elicotteri devono esser leggerissimi e perciò volano con poco carburante.

“La zona dove si è staccata la valanga che ha ucciso sei alpinisti in Valle Aurina è un grande triangolo, con il vertice rivolto verso la vetta”. Lo dice il senatore Hans Berger, esponente della Svp che in Valle Aurina è di casa. Il politico sudtirolese, che è un appassionato alpinista spiega: “Alla base di questo triangolo c’è un grande avvallamento. Se una slavina si stacca lassù, per chi si trova più in basso non c’è via di scampo e la neve si può accumulare per metri e metri”.

I carabinieri hanno comunicato le generalità delle vittime della slavina della Valle Aurina: Horst Wallner, 49 anni, austriaco; Margit Gasser, 32 anni di Campo Tures; Matthias Gruber, 16 anni di Valle Aurina; Christian Kopfsguter, 21 anni di Villabassa; Alexander Patrick Rieder, 42 anni di Chienes; Bernhard Stoll, 43 anni di Villabassa.

Il sito stol.it pubblica un filmato con la valanga.

To Top