Blitz quotidiano
powered by aruba

Virginia Raggi garantista: Avviso di garanzia? No dimissioni

ROMA – Virginia Raggi, candidata M5S come sindaco di Roma, è garantista. Un avviso di garanzia non comporta necessariamente le dimissioni. Ne parla a Myrta Merlino su La 7. “Se capitasse a me un assessore con un avviso di garanzia? Valutiamo, se l’avviso di garanzia è pesante, se c’è qualcosa di grave…valutiamo caso per caso. E’ una domanda mi sembra un po’ generica”. Alla giornalista che le chiede se non ci sarebbero dimissioni automatiche, Raggi risponde: “Dipende. Si valuta, bisogna capire per cosa. Su Livorno non mi esprimo”.

Sempre martedì Raggi ha parlato di Roma come possibile città olimpica. Non una grande idea, secondo lei: “Molte città del mondo, Cracovia, Davos, Boston e Stoccolma stanno pensando di rinunciare alla candidatura perché i soldi del Cio non bastano per coprire tutte le opere e quindi servono altri soldi che ipotecano il futuro dei cittadini. Ora Roma è una città completamente in ginocchio, dove le buche diventano programma di governo, quindi dobbiamo ripartire dalle basi. Ridare un trasporto pubblico, abbiamo un debito di 13 miliardi e noi pensiamo di fare le Olimpiadi? Forse ora è meglio pensare all’ordinario e poi, quando la città sarà pronta, al via le Olimpiadi. Oggi direi che siamo lontani da quel momento”.

Infine, Raggi ha incontrato Davide Casaleggio e ai giornalisti ha negato di aver parlato con Casaleggio di nomi di una possibile giunta durante l’incontro avuto ieri a Milano con Davide Casaleggio. “È andato benissimo – aggiunge – Abbiamo parlato di come sta procedendo la campagna elettorale e di quelle che sono le iniziative che abbiamo intenzione di fare. Quindi andiamo avanti”.

 





PER SAPERNE DI PIU'