Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Acquascooter con marijuana: inseguimento in mare

LECCE – La droga viaggiava in mare: militari del Reparto aeronavale della Guardia di finanza di Bari, in collaborazione con i loro colleghi del Gruppo aeronavale di Taranto, hanno sequestrato due quintali di marijuana nelle acque antistanti il litorale di san Cataldo a Lecce, arrestando un corriere albanese. L’operazione è stata messa a segno la notte scorsa con l’inseguimento di due potenti acquascooter, intercettati in mare, a bordo dei quali c’era il carico di droga.

Aggiunge il sito LecceSette:

Uno dei due acquascooter, dopo un lungo inseguimento, reso ancor più difficoltoso oltre che dall’oscurità anche dalle pericolose manovre effettuate dallo scafista, è stato catturato in mare.

L’altro mezzo, vista la vicinanza della costa e il vantaggio acquisito, è approdato a Frigole: col favore dell’oscurità lo scafista è riuscito a fuggire verso l’interno. Le ricerche sono tuttora in corso.

I finanzieri hanno portato i due mezzi presso gli ormeggi della Sezione Operativa Navale di Otranto sequestrati e lo stupefacente recuperato a bordo e in mare, 214 kg di marijuana del valore di oltre due milioni di euro. Lo scafista fermato, T.L. albanese di Valona, 37enne, con precedenti penali specifici in Italia in materia di stupefacenti, è stato arrestato in flagranza di reato per detenzione e traffico di stupefacenti e per violazioni al codice della navigazione e alla sicurezza in mare.





PER SAPERNE DI PIU'