Blitz quotidiano
powered by aruba

VIDEO Puntatore laser su aereo Bergoglio durante atterraggio

Aereo Papa disturbato da laser durante atterraggio. Il velivolo su cui viaggiava il Papa è stato disturbato da un "puntatore di luce".

CITTA’ DEL MESSICO – Puntatore laser su aereo Bergoglio durante atterraggio. Papa Francesco, venerdì scorso è arrivato in Messico da L’Havana a Cuba. In fase di atterraggio a Città del Messico, i piloti sono stati disturbati da un “puntatore di luce”, il famoso raggio laser che si aziona per gioco anche negli stadi e in altri posti affollati.

Episodi simili, a Città del Messico erano già stati segnalati in passato. Stessa cosa avviene di continuo negli aeroporti europei, dove c’è qualcuno si diverte a disturbare gli aerei con questa luce.

Nell’audio pubblicato su YouTube e ripreso da Repubblica Tv, nel dialogo tra torre di controllo e piloti del volo Alitalia Az 4000 non si avvertono particolari segnali d’allarme . Scrive Repubblica:

“C’è da dire però che i puntatori laser sono utilizzati anche per indicare obiettivi da colpire a missili terra-aria o a razzi lanciati da aeroplani in volo, così come si è visto più volte durante i bombardamenti in Iraq e Siria. Nel caso dell’aereo papale sembra prevalere l’ipotesi di pericolose “goliardate”, tanto che non sono stati diramati particolari allarmi alle forze di sicurezza preposte alla salvaguardia di Bergoglio”.

“Alitalia fa sapere attraverso un comunicato che l’equipaggio di cabina del volo, mentre era in fase di atterraggio all’aeroporto di Città del Messico, ha notato, come altri aerei, una luce laser che da terra puntava sui velivoli in arrivo. Il Comandante del volo, Massimiliano Marselli, ha prontamente fatto rapporto alla torre di controllo, come da normale procedura in occasioni come queste. Spetta alla torre di controllo informare le competenti autorità. Nessun membro dell’equipaggio, né tantomeno alcun passeggero ha subito alcun danno. Le operazioni di atterraggio si sono dunque svolte regolarmente, in piena e totale sicurezza”.





PER SAPERNE DI PIU'