Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Anestesia sbagliata: si sveglia durante operazione

Svegliarsi durante un intervento chirurgico per un errore nell'anestesia. Questa la terribile storia di Sarah Thomas, donna inglese di 23 anni

LONDRA – L’anestesia non era sufficiente e così Sarah Thomas, 23 anni, si è svegliata durante un intervento chirurgico per la rimozione delle tonsille. Ci sono voluti 15 minuti prima che i medici in sala si accorgessero dell’errore e sedassero la donna, che intanto ha provato fortissimi dolori ed è rimasta traumatizzata dall’intervento.

Il Daily Mail scrive che la donna era paralizzata dal dolore e non è riuscita ad avvisare i medici di quanto stava accadendo. Una esperienza terribile, che le ha lasciato attacchi di panico e incubi come conseguenze del trauma subito. La Thomas ha raccontato la sua esperienza ai microfoni del programma This Morning:

“La prima cosa che ho sentito era il dolore nella parte destra della mia gola, dove stavano usando il laser. Stavo soffrendo terribilmente e il dolore era l’unica cosa che sentivo. potevo sentire il laser e i rumori dei medici che si muovevano intorno a me. Nonostante il dolore, sapevo dove ero e che mi ero svegliata. Stavo urlando nella mia testa e tentavo di muovermi, ma non sapevo come segnalare ai medici che mi ero svegliata”.

Per 15 lunghissimi minuti Sarah è rimasta cosciente prima che lo staff medico si accorgesse dell’errore, dovuto ad un malfunzionamento del macchinario che somministra l’anestesia. Il trauma è stato forte e la donna ha sofferto di attacchi di panico e incubi notturni, in cui sognava i momenti vissuti in sala operatoria.

Ora il sistema sanitario nazionale inglese, Nhs, sta investigando su quanto accaduto e alla donna è stato riconosciuto un risarcimento da 22mila sterline, soldi che comunque non possono cancellare la terribile esperienza vissuta.





PER SAPERNE DI PIU'