Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Arabia Saudita, polizia getta a terra ragazza

RIYAD – Due membri della polizia religiosa dell’Arabia Saudita, sono stati arrestati con l’accusa di aver spinto a terra una ragazza, accusata con l’amica di non avere il volto rigorosamente coperto. La ragazza, una volta è scoppiata a piangere: un passante ha ripreso la scena col telefonino e il filmato è diventato virale in poco tempo.

Alla ragazza, prima di finire a terra viene chiesto di coprirsi il volto. La giovane obbedisce ma i poliziotti la gettano comunque a terra. Accade a Riyad fuori da un centro commerciale: la giovane  è stata salvata grazie all’intervento di una guardia di sicurezza del centro commerciale che ha rischiato l’ira della polizia morale decidendo comunque di soccorrere la giovane donna. Il video, dopo essere stato postato online due settimane fa, ha portato ad un’ondata di indignazione in tutto il paese.

I due uomini, come raccontano i giornali locali citati dal Daily Mail, sono stati interrogati. Le ragazze hanno spiegato di essere state aggredite mentre erano in attesa di un taxi. Hanno ammesso di non essere state perfettamente coperte e di aver subito obbedito non appena gli agenti glielo hanno fatto notare. A Gulf News, la guardia di sicurezza del centro commerciale Mubarak Al Dossari ha raccontato: “Hanno cercato le ragazze che erano scappate dentro al centro commerciale per mezz’ora e una volta trovare, hanno fatte cadere a terra una di loro davanti a diversi passanti”.

In Arabia saudita, l’opinione pubblica è divisa sul ruolo della polizia religiosa, i cui agenti sono noti come mutawwiʿa. Il loro compito è quello di sorvegliare il rispetto della Shari’a.

Immagine 1 di 4
  • Arabia Saudita, polizia getta a terra ragazzaArabia Saudita, polizia getta a terra ragazza
Immagine 1 di 4

 





PER SAPERNE DI PIU'