Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Bancomat, rubavano codici con skimmer e telecamere

MILANO – Manomettevano sportelli automatici delle banche di Milano per impossessarsi i dati delle carte di credito dei clienti. Una volta compiuta l’operazione, clonavano la carta. Questa operazione l’hanno fatta per 600 volte in una ventina di giorni: per questo una coppia di cittadini bulgari di circa 40 anni è stata arrestata.

I due convivevano in un appartamento in via Lecco: qui gli agenti hanno trovato le apparecchiature utilizzate per clonare le carte: si tratta di falsi skimmer, ovvero le bocchette per inserire le carte di credito sulle quali era stato incollato un lettore di banda magnetica. Oltre a questo strumento, sono state trovate delle microcamere che venivano saldate nella parte inferiore del bancomat in modo tale che potessero inquadrare la tastiera mentre l’utente digitava il codice pin della carta.

Insieme a queste attrezzature i due annotavano i frutti del giro d’affari su un quaderno trovato anch’esso all’interno della loro abitazione.

Lo skimmer è un dispositivo capace di leggere e in certi casi immagazzinare su una memoria i dati della banda magnetica dei badge. Le caratteristiche dello skimmer fanno sì che venga usato sempre più spesso per commettere attività criminose a danno dei titolari di carte di credito, degli utilizzatori degli sportelli Bancomat e dei distributori self-service di carburanti .

 





PER SAPERNE DI PIU'