Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Beppe Grillo: “Musei Vaticani paghino affitto a Roma”. Sono in un altro Stato…

ROMA – Dopo Alessandro Di Battista, un’altra gaffe in diretta televisiva arriva dal leader del Movimento 5 stelle Beppe Grillo. “I Musei Vaticani devono pagare l’affitto a Roma”, ha detto il leader M5s e comico genovese parlando della Chiesa nell’intervista a Euronews. Peccato che i Musei Vaticani si trovino nello Stato del Vaticano e dunque all’estero e al Comune di Roma, guidato dal sindaco M5s Virginia Raggi, non spetti nemmeno un euro di affitto.

Dopo che la gaffe ha sollevato ilarità in rete, Beppe Grillo ha deciso di chiarire il significato della sua affermazione, che si è rivelata sbagliata, sottolineando che intendeva non solo i Musei Vaticani, ma che gli immobili della Chiesa sullo Stato italiano debbano pagare l’affitto e l’Imu. Ecco il posto pubblicato sulla pagina Facebook di Grillo il 12 novembre:

“Voglio fare un chiarimento riguardo ad una mia frase detta durante la lunga intervista a Euronews. I musei vaticani sono del Vaticano e nessuno mette in dubbio questo. Io, esattamente come detto da Papa Francesco nel settembre 2015, semplicemente spero che si trovi una soluzione riguardo al pagamento dell’Imu per gli esercizi della chiesa che svolgono attività commerciale. Perché trovo giusto che in una città con miliardi di debito tutti contribuiscano a risanarla, dai cittadini agli uomini di chiesa”.

 





PER SAPERNE DI PIU'