Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Beyoncé saluta Pantere Nere, polizia: Boicottiamola

SAN FRANCISCO – La polizia di Miami boicotta Beyoncé per il saluto da “Pantera Nera” nello show di metà partita al SuperBowl di San Francisco. La superdiva della musica ha in programma un concerto in città il 26 aprile, ma il presidente del Miami Fraternal Order of Police, che rappresenta oltre mille poliziotti, ha chiesto di mettere i bastoni tra le ruote a una celebrità che “ha cercato di dividere l’America promuovendo un messaggio anti-forze dell’ordine”. Beyoncé, ha scritto Javeir Ortiz, a nome dell’organizzazione degli agenti, “non ama la polizia”. Ortiz ha polemizzato con la performance al SuperBowl e con il nuovo video “Formation” in cui la cantante presenta immagini di unita’ tra neri di fronte alle brutalità della polizia.

“Non ho guardato il suo show al SuperBowl per rispetto alla nostra professione”, ha detto l’agente al cui messaggio si è unito Ed Mullins, il presidente della consorella Sergeants Benevolent Association di New York: “Tutti i poliziotti d’America devono far capire che non sono cattivi ma lei deve smettere di rappresentarci come tali”. Il saluto da “Pantera Nera” di Beyoncé aveva subito creato polemiche.

Tra le voci contrarie, l’ex sindaco di New York Rudy Giuliani aveva definito “vergognoso” il gesto della superstar della musica. Pugno in aria e bandoliere a traverso sul petto, la moglie di Jay Z aveva ripreso il saluto del Black Power davanti a un corpo di ballo vestito con la stessa microtuta di pelle della diva e basco nero, un altro simbolo del movimento politico afro-americano fondato nell’ottobre di 50 anni fa da Bobby Seale e Huey Newton non lontano dallo stadio dove si era giocata la finalissima tra Broncos e Panthers.

 





PER SAPERNE DI PIU'