Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Campione lotta greco romana ubriaco: 7 per fermarlo

KIEV – Per fermare l’ira dell’ex campione olimpico di lotta greco romana Vyacheslav Oliynyk sono serviti ben sette agenti della polizia ucraina. L’uomo è stato infatti trovato ubriaco alla guida della sua auto ed è stato fermato dagli agenti. Una volta sceso dalla vettura, Oliynyk si è rifiutato di collaborare e in strada è scoppiata una rissa in mezzo alla strada.

Gli agenti gli hanno spruzzato dello spray urticante negli occhi che però fa irritare ancora di più Oliynyk. Per calmarlo, alla fine sono dovuti intervenire sette agenti in tutto che hanno permesso l’arresto dell’ex atleta.

L’ex campione che ha appena festeggiato il 50esimo compleanno, comincia a discutere con gli agenti di polizia. Ad un certo punto, Olinynyk  sembra spingere uno degli ufficiali a terra che risponde sparando il pepe in faccia. L’ex atleta continua a discutere con due agenti. Uno dei due lo colpisce in testa con un manganello e Oliynyk comincia a sanguinare dalla testa. L’ex olimpionico ammolla un pugno verso gli agenti che a questo punto decidono di intervenire in forze: Vyacheslav continua  però a combattere e impedisce loro di mettere le manette.

Secondo quanto scritto dalla polizia, a calmare l’ex lottatore è  stata la vista del figlio che piange seduto in macchina. Oliynyk ha poi dichiarato: “Devo ammettere che quanto accaduto è stata in parte colpa mia. Ma io non sono un criminale. Per quanto ne so, ci sarà un giudice che mi punirà in qualche modo. Il fatto però che la polizia mi abbia lasciato andare a casa lo stesso giorno dimostra che non sono un criminale”.

Immagine 1 di 10
  • Ex campione olimpico ubriaco: 7 agenti per fermarlo4
  • Ex campione olimpico ubriaco: 7 agenti per fermarlo
Immagine 1 di 10




PER SAPERNE DI PIU'