Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Cina, operai manganellano abitanti case abusive

HAIKOU – Operai addetti alla demolizione di alcune case in Cina picchiano con i manganelli gli abitanti che si rifiutano di lasciare le abitazioni. Accade nella città di Haikou nella provincia di Hainan: un filmato pubblicato dal People Daily e ripreso dal Daily Mail  mostra gli operai che picchiano gli abitanti inermi. Il capo della squadra addetta alla demolizione, un tale di nome Wang, è stato arrestato insieme ai sette suoi dipendenti armati di manganello.

Nel filmato si vedono le persone che tentano di proteggersi mentre vengono prese a calci e colpite con i manganelli. Il governo locale ha chiesto scusa per quanto accaduto in una conferenza stampa, come risposta alle critiche piovute dopo la rapida diffusione del filmato. Secondo quanto raccontato dai media locali, gli abitanti del villaggio avevano costruito su alcuni loro terreni agricoli. Le loro case, 104 in tutto, erano finite nel mirino dei funzionari comunali che hanno deciso di demolire il tutto.

Dopo aver abbattuto una parte consistente dei palazzi, gli abitanti si sono opposti all’abbattimento degli ultimi 73 ed hanno cominciato a lanciare rocce, mattoni e bombole del gas, scatenando la conseguente rappresaglia degli operai. Il filmato mostra gli abitanti delle case accovacciati a terra mentre vengono manganellati. Le donne urlano e vengono prese a calci. Anche chi non reagisce viene picchiato. Ed ora, dopo la diffusione del filmato, in tanti chiedono pene severe per gli operai coinvolti.

Immagine 1 di 6
  • Cina, operai manganellano abitanti case abusive
Immagine 1 di 6




PER SAPERNE DI PIU'