Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Clandestini nel bosco stanati da telecamera nascosta

LONDRA – Camminano quatti tra gli arbusti, sono in sette e tra di loro c’è anche un bambino. Sono i migranti clandestini immortalati da una telecamera nascosta piazzata in mezzo ai boschi dell’Hampshire, in Inghilterra, da un fotografo naturalista. I sette, in fuga dalla polizia, avevano cercato di far perdere le loro tracce disperdendosi nella zona boschiva attorno ad Alresford, vicino a Winchester. Gli agenti di frontiera li avevano sorpresi mentre saltavano giù da un camion a bordo del quale si erano nascosti riuscendo a superare il confine e intrufolarsi in Gran Bretagna.

Speravano di averla fatta franca, ma a stanarli, inconsapevolmente è stata la videocamera di un cameraman installata su un sentiero generalmente percorso dalle lontre. La video camera è riuscita ad immortalarli mentre si fanno strada tra i cespugli e parlano in arabo. Tutti i clandestini sono stati poi catturati e arrestati con l’accusa di ingresso illegale nel Regno Unito.

Un portavoce dell’Agenzia di frontiera ha detto che gli uomini arrestati sono “sei, provenienti dall’Afghanistan. Insieme col gruppo c’era anche un presunto minorenne, di cui deve essere ancora accertata l’età anagrafica”. Diversi testimoni riferiscono però di aver visto fino a nove persone fuggire dal furgone. La polizia non ha potuto né confermare né smentire. Non è dato sapere se siano ancora alla ricerca di eventuali altri fuggitivi.

Secondo il racconto di un altro testimone, Luca Sneader, 27 anni, riportato dal Daily Mail, una volta raggiunti dalla polizia, i clandestini non hanno opposto resistenza: “Non lottavano, sapevano che erano stati catturati”.

Immagine 1 di 4
  • YOUTUBE Clandestini nei boschi stanati da telecamera nascosta02
Immagine 1 di 4

 

 





PER SAPERNE DI PIU'