Blitz quotidiano
powered by aruba

YouTube, Claudio Lippi: “Mi restano 7mila euro sul conto”

Claudio Lippi non ha case di proprietà o auto e barche di lusso. E ha solo 7mila euro sul conto, per colpa di un "amico"

ROMA – Claudio Lippi non ha case di proprietà o auto e barche di lusso. E ha solo 7mila euro sul conto. Il popolare conduttore si è aperto sul suo problema finanziario con Giuseppe Cruciani, conduttore de La Zanzara su Radio 24.

Lippi ha spiegato che l’uomo che lo ha truffato gli ha sottratto “oltre mezzo milione di euro”. Dunque, incalzato su quanti soldi avesse sul conto in banca, afferma: “Meno di diecimila euro”.  “Quanti, di preciso?”. “Credo in questo momento meno di 7mila euro”. Cruciani replica: “Ammetto che mi impressiona. Non credo guadagnerò mai i soldi che hai preso tu nella tua carriera, ma arrivare alle tua età con 7mila euro sul conto è un’idea che mi terrorizza”.

Lippi già nei giorni scorso, a Barbara D’Urso, aveva confidato il suo problema e ha raccontato i veri motivi dietro al malore di Capodanno quando ha dovuto rinunciare alla conduzione dello spettacolo per Mediaset: “Non è stato il freddo. A farmi sentire male è stata una serie di situazioni che si sono accumulate nell’arco di questi ultimi dieci anni”. E poi il racconto: “Sono stato tradito da una persona che mi ha causato seri problemi in banca. La gente crede che io abbia proprietà e altri capitali. Non ho né casa né auto di lusso né barche”.

Con Barbara D’Urso, sua amica oltre che collega, Lippi si è lasciato andare, raccontando fatti privati e lutti familiari, e sfogandosi contro una certa parte del mondo dello spettacolo, che lui comunque dice di non voler lasciare: “L’ingenuità e la buona fede non sempre ripagano. Dieci anni fa ho scelto di lasciare una trasmissione in cui non mi riconoscevo. Da quel momento in poi si sono accumulate varie problematiche: si è ridotta la continuità del lavoro, ci sono state diverse variabili che mi hanno tolto la certezza del lavoro. Ho verificato che molte persone pensano che io abbia accumulato ricchezze. Non ho una casa, non ho macchine di lusso, non ho barche. Avendo subito un tradimento mi sono trovato in una situazione che non immaginavo. Da allora vivo con lo spettro di non poter vivere non in ricchezza ma in dignità. Tre anni fa ho avuto un lutto in famiglia, è morto mio nipote Claudio e ha lasciato una compagna e una bambina. Per me era come un figlio. Non sto cercando pietà. Il dolore se non lo scarichi mai…”.

Il problema, però, per Lippi è economico e lavorativo: “Oggi non so se andrei ancora via dalla trasmissione, come ho fatto all’epoca. Ho sempre avuto un grande riscontro del pubblico, ma ciò non significa dover condividere linee editoriali che non condividevo. Contare su un’amicizia è rarissimo nel nostro che è un ambiente di lupi. Ora sono qui perché voglio dimostrare che sono in grado di fare una televisione fatta di quotidiano, novità, idee perché ho ancora una grande passione e ho bisogno come tutti. L’appello è: non mollate mai. Io sto tornando sotto lo stesso tetto con l’ex-moglie, mia figlia e la nipotina. Il sentimento c’è”.





PER SAPERNE DI PIU'