Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Crozza: “Per Rouhani Venere diventa scarpiera Ikea”

ROMA – “Per non offendere Rouhani abbiamo trasformato la Venere capitolina in una scarpiera dell’Ikea”. Così Maurizio Crozza nella copertina a DiMartedì del 26 gennaio ironizza sulla decisione di coprire alcune statue in occasione della visita a Roma del presidente iraniano.

Ma il pezzo forte arriva sulle nozze gay, che la legge chiama “formazioni sociali specifiche”, pur di non confonderle con il matrimonio. “E la cerimonia come la chiamano – scherza il comico – adunanza parentale elegante?”. “E la torta? Me la chiami stratificazione pannosa pupazzata”. Poi scherza rivolgendosi direttamente al pubblico Lgbt: “Ma siete proprio sicuri di volervi sposare? Perché con le unioni civili, poi arrivano le suocere civili, i parenti rompicoglioni civili…”

E dulcis in fundo non poteva mancare una carrellata di battute sul Family Day, previsto per sabato 30 gennaio a Roma. “Guarda Giova che il Family Day è importante perché difende la famiglia tradizionale, quella che deriva direttamente dalle Sacre Scritture. Ricordi la famiglia di Abramo? Quello che voleva accoltellare il figlio Isacco. Anzi, quella di Giacobbe, che aveva quattro mogli. Ok, meglio di no. Ma c’è sempre quella di Giuseppe e Maria. Lui 70 anni, lei 16 per non parlare di come hanno concepito il figlio”.

Ma quali sono le famiglie tradizionali oggi, si domanda il comico? “Oggi di famiglie tradizionali sono rimaste quella della Barilla, quella del dado Knorr e i Boccasana del Tantum Verde”.

 

 





PER SAPERNE DI PIU'