Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Domenico Scilipoti in Aula: “Stepchild Association”

Domenico Scilipoti pronuncia in Aula "Stepchild Association". Il senatore di Forza Italia sbaglia a pronunciare il termine inglese usato per indicare l'adozione del figlio del compagno.

ROMA – YOUTUBE Domenico Scilipoti in Aula: “Stepchild Association”. Il senatore di Forza Italia sbaglia a pronunciare il termine inglese usato per indicare l’adozione del figlio del compagno. Accade durante il suo intervento in Aula del Senato: Scilipoti sbaglia a pronunciare “stepchild adoption” e lo trasforma in “stepchild association”.

Il senatore annuncia da subito un intervento “provocatorio” e cita vari passi della Bibbia, in particolare del Levitico, provocando la protesta di alcuni parlamentari grillini. “Voglio solo ricordare la parola di Dio sull’incompatibilità della famiglia, generata da un uomo e una donna, con l’omosessualità”, esordisce Scilipoti, che spiega: “La donna non si vestirà da uomo e l’uomo non si vestirà da donna, poiché il Signore, il tuo Dio, detesta chiunque fa tali cose…”.

Il senatore azzurro è un fiume in piena e incappa nella clamorosa gaffe tra le risate dei parlamentari presenti in Aula.

Con “stepchild adoption” si consente al figlio di essere adottato dal partner (unito civilmente o sposato) del proprio genitore. La stepchild adoption viene generalmente utilizzata quando due adulti formano una nuova famiglia ed uno di loro, o entrambi, portano un figlio avuto da una precedente relazione. Generalmente queste famiglie sono la conseguenza di divorzi, separazioni, famiglie mononucleari o della morte di un coniuge.

L’istituto è finalizzato a consolidare i legami famigliari in una famiglia ricostituita e a tutelare l’interesse del minore a veder garantita l’instaurazione di un rapporto giuridico analogo a quello genitoriale con un soggetto al quale non è legato biologicamente, ma determinato ad assumere nei suoi riguardi un ruolo genitoriale.

La stepchild adoption è consentita in Germania nelle forme simili alla versione italiana; mentre l’adozione piena e legittimante, aperta sia a coppie eterosessuali che omosessuali, è prevista nel Regno Unito, Francia, Spagna e Grecia. In Italia è istituita dal 1983 per le sole coppie eterosessuali sposate e dal 2007 anche conviventi. Questa norma è stata istituita per la prima volta nel Regno Unito tramite la legge sulle civil partnership ovvero sulle unioni civili delle coppie omossessuali. In seguito è stata consentita anche in altri Paesi europei come in Germania, dove non è consentita l’adozione esterna alle coppie gay.

Immagine 1 di 11
  • Domenico Scilipoti querela Bruno Vespa per frase di "Italiani voltagabbana"
  • (foto LaPresse)
  • (LaPresse)
  • (Lapresse)
Immagine 1 di 11

 

 

 





PER SAPERNE DI PIU'