Video

YOUTUBE Fabio Di Lello alla fiaccolata per Roberta Smargiassi nel 2016

YOUTUBE Fabio Di Lello alla fiaccolata per Roberta Smargiassi nel 2016

VASTO – Fabio Di Lello era in prima fila alla fiaccolata per la morte della moglie Roberta Smargiassi, investita a inizio luglio del 2016 da uno scooter guidato da Italo D’Elisa e morta in seguito all’incidente. Il 15 luglio del 2016 la fiaccolata a Vasto per la ragazza. Parteciparono centinaia di persone per chiedere giustizia. Nel video di ZonaLocale si vede il marito Di Lello in prima fila.

Di Lello è stato fermato nei pressi della tomba della moglie nel cimitero di Vasto, dopo che davanti ad un bar ha sparato, uccidendolo, a Italo D’Elisa, che sette mesi fa investì e uccise sua moglie Roberta. Sono stati i carabinieri a bloccarlo dopo aver ricevuto una telefonata al 112 che segnalava una persona aggirarsi in stato confusionale tra le cappelle gentilizie e i loculi. Di Lello aveva poggiato sulla lapide della moglie una pistola calibro 9, regolarmente detenuta, contenuta in una busta di plastica trasparente.

L’uomo si è consegnato senza opporre resistenza al luogotenente Antonio Castrignanò, comandante della Stazione dei carabinieri di Vasto, al quale avrebbe confessato di essere stato lui a sparare a D’Elisa. I colpi esplosi dalla semiautomatica sarebbero tre, due all’addome, uno al collo; sarà comunque l’autopsia a chiarire ogni aspetto ai fini giudiziari. “E’ un fatto di cronaca che scuote le coscienze – dichiara all’Ansa il maggiore Giancarlo Vitiello, comandante della Compagna dei Carabinieri di Vasto – e fa riflettere su ciò che è accaduto. Un epilogo tragico che sconvolge tutta la città”.

To Top