Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Fidel Castro riappare in pubblico dopo 9 mesi FOTO

L’AVANA – Prossimo ormai a compiere 90 anni, Fidel Castro, il leader della Rivoluzione Cubana, è riapparso in pubblico, per la prima volta in nove mesi, ed ha parlato dell’eccellenza della scuola pubblica nell’isola comunista.

Prima però non si è risparmiato di criticare la visita del presidente americano Barack Oabama, all’Avana. Rimasto sempre seduto nelle immagini trasmesse dalla televisioni cubana, il ‘lider maximo’ ha parlato con alcuni bambini e i maestri di una scuola elementare, in occasione dell’86esimo anniversario della nascita di Vilma Espin, la cognata e moglie del fratello Raul, considerata una delle eroine della Rivoluzione, morta nel 2007.

L’apparizione del ‘lider maximo’, la prima dal luglio 2015, precede di qualche giorno l’apertura, il 16 aprile, del Congresso del Partito Comunista e segue una lunga lettera critica, intitolata ‘Fratello Obama’, scritta dopo la storica visita all’Avana, del presidente americano.

Obama, subito dopo la visita, in un’intervista alla Abc aveva detto: “È il momento giusto per venire a Cuba e per mettere in moto un processo di cambiamento, consapevoli che questo cambiamento non può avvenire dal giorno alla notte. Ci sono ancora significative differenze sui diritti umani e le libertà civili ma questa visita deve sfruttare al meglio la nostra capacità di spingere verso il cambiamento”.

Un sondaggio commissionato dal New York Times e dalla Cbs, ha fatto emergere che la maggior parte degli americani vuole la fine dell’embargo verso Cuba.  Sei americani su dieci sostengono la normalizzazione delle relazioni tra Usa e Cuba e il 40% è convinto che la fine delle sanzioni economiche porterà ad una maggiore democrazia nell’isola. Il 52% degli intervistati approva quindi il modo in cui Obama sta gestendo le relazioni con L’Avana.

Immagine 1 di 5
  • Fidel Castro riappare in pubblico dopo 9 mesi
  • Fidel Castro
Immagine 1 di 5

 





PER SAPERNE DI PIU'