Video

YOUTUBE In volo con Robbie, bimbo con sindrome di Williams

YOUTUBE In volo con Robbie, bimbo con sindrome di Williams

YOUTUBE In volo con Robbie, bimbo con sindrome di Williams

LONDRA – Primo volo per Robbie, un bambino inglese affetto dalla sindrome di Williams. Il piccolo è potuto salire su un piccolo aereo grazie al fratello Michael, che ha pilotato il velivolo. Durante il breve volo i due fratelli si scambiano parole tenere. Michael chiede a Robbie se si stia divertendo, e lui risponde entusiasta: “Sì, ti voglio bene!”.

Michael ha poi postato il filmato su YouTube insieme alla scritta: “Mio fratello Robbie ha la sindrome di Williams e io ho avuto l’onore di fargli fare il primo volo, che per lui è stata un’esperienza fantastica”.

LA SINDROME DI WILLIAMS – La sindrome di Williams è una malattia genetica caratterizzata, spiega Wikipedia, da

stenosi aortica sopravalvolare (causata da un deficit di elastina), ritardo mentale associato a un carattere estremamente socievole ed estroverso anche con gli estranei (quella che è stata descritta come personalità da “cocktail party”), ritardo di crescita spesso associato a insorgenza postnatale, invecchiamento precoce e un aspetto del volto caratterizzato da tratti grossolani, con palpebre edematose, iride stellata, epicanto, dorso nasale depresso e narici antiverse, bocca larga con labbra carnose, guance paffute con mandibola piccola (Facies Elfica).

Nel mondo colpisce una persona ogni ventimila nati, circa. In Italia sono tremila i casi di sindrome di Williams.

 

To Top