Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Istanbul, due donne sparano contro polizia: uccise

ISTANBUL – Istanbul, ancora una sparatoria nella più importante città turca. Giovedì mattina due donne hanno esploso alcuni colpi di pistola contro una stazione di polizia nel quartiere periferico di Bayrampasa, sulla sponda europea della città, ferendo a un braccio un agente.

Le due assalitrici si sono date alla fuga e hanno trovato riparo in un edificio, ma sono state raggiunte dalla polizia e uccise.  Secondo alcuni media locali, le donne avrebbero anche lanciato una granata contro la stazione. L’assalto non è stato finora rivendicato da nessuna organizzazione.

La morte delle due donne è stata confermata dal governatore locale, Vasip Sahin, che ha aggiunto che due agenti sono rimasti feriti, uno nell’attacco alla stazione di polizia e l’altro durante il blitz delle teste di cuoio.

Le donne erano giunte sul luogo dell’attacco in taxi e dopo aver aperto il fuoco sono fuggite a piedi verso un vicino edificio, dove sono state uccise.

Nessuno ha rivendicato l’azione, ma i sospetti della polizia punterebbero sul gruppo di estrema sinistra Dhkp-c, già autore di azioni simili a Istanbul.

I PRECEDENTI – Nei mesi scorsi, attacchi analoghi sono stati compiuti contro le forze di sicurezza turche anche ad Istanbul da gruppi ribelli curdi e sigle di estrema sinistra.

Il 17 febbraio scorso un’autobomba è esplosa nei pressi di un complesso dell’esercito nel centro di Ankara, uccidendo 29 persone, per lo più militari. L’attacco è stato attribuito dalle autorità al Pkk (il partito dei lavoratori del Kurdistan) in collaborazione con i curdi siriani del Pyd (Partito curdo siriano), ma a rivendicarlo è stato il gruppo estremista indipendente curdo Tak.

Immagine 1 di 6
  • YOUTUBE Istanbul, due donne sparano contro polizia: uccise 6
Immagine 1 di 6




PER SAPERNE DI PIU'