Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Lapide Charlie Hebdo e 13 novembre: Hallyday canta

Pochissimi i parigini alla cerimonia in cui ha cantato Hallyday e che avrebbe dovuto rappresentare il "punto più alto" di una settimana di commemorazioni delle vittime al terrorismo.

PARIGI – Cerimonia sobria, sotto un cielo color grigio, volti tirati e molta commozione: a place de la Republique, diventata negli ultimi tempi il centro delle commemorazioni delle vittime, si è svolta la cerimonia finale di questa settimana di ricordo degli attentati terroristici di Charlie Hebdo e del 13 novembre. Il presidente Francois Hollande ha scoperto una lapide, Johnny Hallyday ha eseguito – accompagnato da una sola chitarra – “Un dimanche de janvier”.

La cerimonia è continuata con un brano di Jacques Brel eseguito dal Coro dell’Esercito francese e con la lettura di un testo di Victor Hugo. Alla fine, lo stesso Coro dell’esercito ha eseguito il canto simbolo della “Comune di Parigi”, “Le temps des cerises”, prima che Hollande deponesse una corona sul luogo della memoria delle vittime. In conclusione, un minuto di silenzio, quindi la Marsigliese. Una seconda cerimonia è prevista alle 17:30 alla presenza del sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, durante la quale la “Quercia della memoria” sarà illuminata.

Pochissimi i parigini alla cerimonia che avrebbe dovuto rappresentare il “punto più alto” di una settimana di commemorazioni delle vittime al terrorismo, secondo le autorità francesi. Soltanto poche centinaia di persone erano presenti nella piazza, solitamente piena di gente che porta il proprio omaggio sotto la statua della Marianne, durante la cerimonia con il presidente Francois Hollande, il primo ministro Manuel Valls e il sindaco Anne Hidalgo.

 





PER SAPERNE DI PIU'