Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE L’autogol più ridicolo: il portiere passa ma…

ROMA – L’autogol più ridicolo? Il portiere prova a fare un passaggio con i piedi ma sbaglia decisamente mira. Decisamente. Non tutti i portieri sono abili con i piedi. È il caso di Mickael Roche della squadra tahitiana del Dragon, che in un eccesso di fiducia ha segnato uno dei peggior autogol dell’anno. Nel tentativo di passare di prima il pallone a un difensore, Roche ha spinto il pallone nella sua porta.

Ecco qualche curiosità sugli autogol più famosi della storia del calcio (fonte: Wikipedia)

Di seguito, alcuni incontri in cui furono segnate autoreti famose:

  • Perù-Ecuador, Campeonato Sudamericano de Football 1955: l’ecuadoriano Honorato Gonzabay segnò due autoreti, quelle del 3-0 e del definitivo 4-2[4].
  • Aston Villa-Leicester City, gara di First Division del 1976: il difensore inglese dell’Aston Villa Chris Nicholl segnò tutte le quattro reti del 2-2 finale.
  • Sunderland-Charlton Athletic, gara di Premier League del 2003: il difensore inglese dell’Sunderland Michael Proctor segnò due autoreti del 1-3 finale.
  • Anderlecht-Germinal Ekeren (3-2), stagione 1995-1996 del campionato belga: gara nella quale Staf Van Den Buys segnò tre autoreti[5].
  • Georgia-Italia del 5 settembre 2009, qualificazioni alla Coppa del Mondo di calcio 2010: K’akhaber K’aladze determinò la vittoria dell’Italia con una doppietta nella propria porta.

La partita con il maggior numero di autogol (oltre che di gol), anche se realizzati volontariamente, è AS Adema – SO de l’Emyrne 149-0, in cui i giocatori del SO de l’Emyrne continuarono ripetutamente a segnare nella propria porta, come forma di protesta per una decisione arbitrale in un incontro precedente.

Nel 1994 un autogol costò la vita al difensore colombiano Andrés Escobar, assassinato al suo rientro in patria dopo aver segnato l’autorete che causò l’eliminazione della nazionale dal campionato mondiale.

Questo il video pubblicato su YouTube.





TAG:

PER SAPERNE DI PIU'