Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Le 10 strade incubo: sono le più pericolose al mondo

ROMA – Ecco le 10 più famose “strade da incubo”. Sono altamente spettacolari ma altrettanto pericolose, scenari di non pochi incidenti. Anche mortali.

1- Passage de Gois (Francia). E’ letteralmente una strada sott’acqua. Lungo 4,2 km, il passage collega infatti l’isolotto di Noirmoutier alla terraferma (siamo nella Vandea francese) ma è percorribile solo per sei ore al giorno a causa delle due maree che lo allagano per le restanti 18.

2- Patiopoulo Perdikaki (Grecia). La strada è sia una salita ripida o una discesa con scarsa tenuta sul terreno a causa della superficie, caratterizzata da ghiaia e pervasa di buche in ogni lato del tratto in pendenza. Senza alcune indicazioni, giudicare la distanza dal ciglio della strada è estremamente difficile ed evitare gli strapiombi è piuttosto complicato ma il problema si palesa ulteriormente nelle ore notturne, quando avvengono la maggior parte degli incidenti.

3- Luxor-al-Hurghada (Egitto). La strada che collega l’antica città di Luxor nel sud dell’Egitto e Hurghada è una trappola mortale. La maggior parte dei guidatori non accende i fari dopo il tramonto, preparando il terreno a un numero inquietante d’incidenti mortali. Purtroppo ancor più pericolosa della guida a fari spenti nella notte, è quella a fari accesi. I banditi non aspettano altro segnale per assaltare le auto. E se non lo fanno loro, ci sono sempre i terroristi: il loro attentato più sanguinoso risale al 1997 e costò la vita a 62 turisti tedeschi in visita a Luxor.

4- Taroko Gorge Road (Taiwan). Si tratta di un tunnel scavato nella roccia viva che percorre 19 km di canyon nel Parco Nazionale del Taroko.

5- Skippers Canyon Road (Nuova Zelanda). Situata in Nuova Zelanda, è tanto incredibilmente terrificante quanto incantevole. Il percorso è strettissimo e taglia nel mezzo di un precipizio, rendendo quasi impossibile guidare un qualsiasi veicolo.

6- Halsema Highway (Filippine). Smottamenti, frane, caduta di sassi sono comuni lungo l’autostrada Halsema che collega due villaggi a nord di Luzon, una regione delle Filippine. Alcune parti della strada non sono asfaltate ed essa passa vicino a dei burroni di 300 metri. Durante la stagione delle piogge è quasi impossibile viaggiarvi.

7- Tianmen Mountain Road (Cina). A circa 8 km dal centro della città di Zhangjiajie si trova la montagna Tianmen, noto anche come la Porta del Paradiso. Si tratta di una camminata di circa 7 miglia verso la porta. Sulla parte superiore si trova un tempio di 500 anni.

8- Eyre Highway (Australia). Questo tratto di 1.100 km può sembrare “semplice e noioso” a prima vista, ma in realtà c’è il pericolo che si trasformi da un momento all’altro in una grande “avventura”, soprattutto a causa degli animali che spuntano improvvisamente, spiega Carl Logan, un ufficiale di polizia nella città australiana Perth. “Si possono vedere canguri, emù e talvolta anche i cammelli”, dice.

9- Karakoram Highway (dalla Cina al Pakistan). È la strada per il paradiso, se vi piace esplorare le montagne. È anche la strada che David Lama ha percorso per salire il Masherbrum, considerata una delle più difficili ascensioni alpinistiche di tutto il mondo.

10- Zoji la Pass (India). Collega alcuni villaggi dell’Himalaya alla pianura sottostante. È un tratto pericoloso soprattutto d’inverno, a causa delle forti nevicate. La strada, che raggiunge i 3.500 metri di altezza, in alcuni tratti è larga soltanto 2 metri.

 

 





TAG:

PER SAPERNE DI PIU'