Video

YOUTUBE Lucca, assessore Pd Toscana telefona al candidato centrodestra: “Ti do una mano io”

YOUTUBE Lucca, assessore Pd Toscana telefona al candidato centrodestra: "Ti do una mano io"

Lucca, assessore Pd Toscana telefona al candidato centrodestra: “Ti do una mano io”

LUCCA – “Ti do una mano io”. L’ex candidato sindaco di centrodestra a Lucca Remo Santini svela una registrazione audio di una telefonata ricevuta dall’assessore regionale del Pd Marco Remaschi. La notizia con tanto di video è stata pubblicata dal sito luccaindiretta.it.

L’assessore avrebbe chiamato Santini nei giorni prima delle elezioni comunali. Nell’audio si sente parlare l’esponente vicinissimo a Renzi: Volevo dire in maniera del tutto riservata io non solo non gli do una mano, se posso, quello che posso, poco, te la do a te. Punto. Ciao”.

Scrive luccaindiretta.it:

“A quel punto Santini, mostrandosi sorpreso, insiste per capire cosa Remaschi intenda con queste affermazioni: “Fidati”, si sente dire dall’altro capo. Poi la conversazione si interrompe.

“Una chiamata assolutamente inattesa – commenta il candidato – tant’è che, come si evince dalla mia risposta, sono rimasto molto sorpreso. Abbiamo sempre intrattenuto normali rapporti di lavoro, ma niente di più. Comunque non si è più fatto sentire, nemmeno dopo il botta e risposta sui giornali di questi ultimi giorni”.

Remaschi è in evidente polemica col candidato sindaco di Lucca per il Pd Alessandro Tambellini. “Io non solo non gli do una mano” è infatti riferito proprio a lui. L’esponente del Pd era stato eletto una prima volta nel 2012 e, contrariamente agli auspici dell’assessore regionale, è stato confermato anche questa volta.

E la vicenda, secondo quanto racconta Santini a luccaindiretta.it, non finisce qui:

“Una volta aperto il vaso di Pandora, infatti, Santini è intenzionato ad andare fino in fondo, per fare chiarezza sul clima pre-elettorale, e non solo, che sembrerebbe regnare in casa Pd. A finire nel mirino è anche il consigliere comunale Lucio Pagliaro”.

“Un pranzo al ristorante Forino di Capannori, avvenuto di fronte a testimoni intorno alle 13 del 25 maggio, e “voluto dallo stesso Pagliaro”, sarebbe stata, secondo il racconto dell’ex candidato del centrodestra, il pretesto per “mettersi d’accordo su un voto disgiunto che accontentasse entrambi”. A testimonianza di quanto affermato, Santini ha mostrato un messaggio ricevuto sulla chat di Facebook attorno alle 16,13 dell’11 giugno scorso, giorno in cui si è svolto il primo turno delle elezioni. Il mittente è proprio Lucio Pagliaro: “Comunque ti confermo che sarò il primo degli eletti delle tue liste”, scrive il consigliere renziano del Pd, concludendo con l’icona di una faccia sorridente e facendo un in bocca al lupo a Santini”.

 

To Top