Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Padre uccide figlia a martellate, la mamma…

LONDRA – Omicidio di Ellie Butler, 6 anni: ecco il momento in cui la sua mamma, Jennie Gray, cerca un taxi per correre a casa, subito dopo aver saputo dal marito, Ben Butler, che aveva ucciso la loro bimba a martellate, per poi andare a portare a passeggio il loro cagnolino come se nulla fosse.

La corsa al taxi della donna in preda all’angoscia è stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza del centro di Londra, vicino agli uccidi della Octopus Investment in cui la donna lavorava come graphic designer.

Solo due minuti prima, secondo i tabulati telefonici emersi durante l’inchiesta della polizia londinese, la donna aveva ricevuto la telefonata in cui il marito, disoccupato, le comunicava di aver ucciso la loro figlia. Una telefonata brevissima, di appena 21 secondi, riferisce il Daily Mail, ma che era bastata a stravolgere completamente la donna, tanto che diverse colleghe in tribunale hanno raccontato di come apparisse terrorizzata, angosciata.

Poi, a bordo del taxi, Jennie Gray ha chiamato nuovamente il marito, probabilmente per capire qualcosa, ancora incredula. Al telefono il taxista, Derek Greenwood, ha detto di averla sentita ripetere: “Che cosa hai fatto??”.

E’ stato proprio anche grazie alla testimonianza di Greenwood che gli investigatori sono riusciti a ricostruire l’omicidio della piccola Ellie. Il taxista si è rivolto alla polizia il giorno dopo, quando ha saputo in televisione dell’omicidio della bimba.

Agli inquirenti ha raccontato che la donna sul taxi gli aveva detto di fare in fretta a portarla a Sutton, a casa, perché la sua bimba era “molto malata”. Così il giorno dopo, sentendo la notizia della morte della piccola Ellie, ha collegato le cose.

In un primo momento i suoi genitori, il padre omicida e la madre che lo ha aiutato a ripulire la scena del delitto, avevano cercato di far credere che si fosse trattato di un incidente. Ma la verità è venuta presto fuori.

 





PER SAPERNE DI PIU'