Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Marche: fiume Chienti esonda, cede ponte su Aso

ANCONA – Oltre 65 mm di pioggia sono caduti nelle Marche dall’inizio dell’emergenza maltempo, con picchi – segnalati in provincia di Fermo – di 126 mm. Numerose strade provinciali sono interdette al traffico e a Sant’Elpidio a Mare (Fermo) le scuole sono chiuse. La Sala operativa unificata della Regione Marche ha ospitato la seconda riunione della giornata della Protezione civile, alla presenza dell’assessore Angelo Sciapichetti. Il presidente della Regione, Luca Ceriscioli, sta seguendo l’evoluzione della situazione, in costante contatto con la Soup. Molti dei territori colpiti, soprattutto nel Maceratese e nel Fermano, sono gli stessi dell’alluvione del 2013.

Il fiume Chienti è esondato nella zona di Morrovalle e Montecosaro (Macerata). Diverse frane si registrano nella provincia di Fermo, a Montefortino, Montelparo Montottone, con allagamenti nella zona industriale di Montegranaro, Rapagnano, Ortezzano. Si segnalano interruzioni nel servizio di telefonia fissa in alcuni comuni dell’Unione della Valle dell’Aso. Sotto osservazione, nell’Anconetano, i fiumi Aspio ad Ancona sud) e Misa a Senigallia, in crescita perché continua a piovere.

A Montefiore è crollato un pilone del ponte sul fiume Aso, già precedentemente chiuso al transito nell’emergenza maltempo del 2013. Verifiche statiche dei vigili del fuoco sono in corso in varie località.

“I problemi ai collegamenti telefonici verificatisi in alcune zone delle Marche a seguito della forte ondata di maltempo che ha colpito la regione sono dovuti al danneggiamento di un cavo in fibra ottica, di proprietà di Infratel, provocato dal crollo del pilone di un ponte sul fiume Aso”. Lo rende noto TIM. La rottura del cavo, fa sapere la società telefonica, ”ha provocato diffusi disservizi nei comuni di Rubbianello, Lapedona e Monterubbiano”. Tim ”sta cooperando con Infratel, mettendo a disposizione i propri tecnici, per trovare una soluzione che possa ripristinare nel più breve tempo possibile i collegamenti interrotti. Domani è in programma un incontro con i vigili del fuoco per pianificare l’intervento”.





PER SAPERNE DI PIU'