Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Maurizio Crozza: politica subalterna solo a Casalesi

ROMA – Maurizio Crozza a DiMartedì, il programma di Giovanni Floris su La7, ironizza su Marco Travaglio ospite in studio e sulla Festa di Liberazione: “C’era una sola bandiera, ma era bianconera”. Poi parla del nuovo Hitler, Norbert Hofer, leader di estrema destra che ha vinto le elezioni presidenziali in Austria, e dell’inchiesta su appalti e camorra che ha portato a diversi arresti nel Pd campano: “La politica non è subalterna ai magistrati, è subalterna ai Casalesi”.

Ma prima l’ironia sul giornalista del Fatto Quotidiano: “Marco Travaglio che commenta la politica italiana mi ricorda quelli che vanno in discoteca e si lamentano della musica alta. Arrenditi Marco, oggi ne hanno arrestati altri nove a Caserta. Pare che agevolassero il clan dei Casalesi. Due giorni fa difendendo Davigo Renzi aveva detto: ‘Basta alla politica subalterna ai magistrati’. Esatto: ma perché la politica deve essere subalterna ai magistrati se può essere subalterna ai Casalesi”. 

E poi sulla Festa di Liberazione: “Sventolava una sola bandiera: ma non era il tricolore, era bianconera. D’altra parte cosa vuoi che conti il 25 aprile di fronte a cinque scudetti consecutivi. Eppure io il 25 aprile lo aspetto tutto l’anno perché accade una cosa unica: Renzi e Mattarella si incontrano. Come a Natale, quando si incontrano parenti che non si vedono mai. Il 25 aprile è uguale. Renzi e Mattarella ormai si vedono solo sull’Altare della Patria. Praticamente l’altare della rimpatriata”.

Crozza ha anche parlato della vittoria del leader dell’estrema destra in Austria e della presa di posizione blanda di Barack Obama, che ha criticato i muri senza esplicitarsi meglio. “Ad Hannover si sono visti non per fare il culo all’Austria, ma per farlo alla Libia”.





PER SAPERNE DI PIU'