Video

YOUTUBE Mikayla Homgren, la prima aspirante Miss Usa con la sindrome Down

YOUTUBE Mikayla Homgren, la prima aspirante Miss Usa con la sindrome Down

YOUTUBE Mikayla Homgren, la prima aspirante Miss Usa con la sindrome Down

MINNEAPOLIS – Mikayla Holmgren, 22 anni, sarà la prima donna con la sindrome di Down a concorrere per il titolo di Miss Minnesota USA, che fa parte dell’organizzazione di Miss Universo. La Holmgren ha presentato la domanda di ammissione evidenziando l’esperienza nei concorsi e il lavoro come guida per altre giovani donne con la stessa sindrome.

“Mikayla è una pioniera” ha dichiarato Denise Wallace, co-direttrice esecutiva del concorso Miss Minnesota USA. Quando la Holmgren salirà sul palcoscenico, sarà la prima donna con la sindrome di Down a competere per il titolo, spiega StarTribune.

La sua partecipazione riflette i passi avanti verso l’accettazione del corpo e ideali di bellezza diversi che si stanno compiendo non solo nei concorsi ma anche nella moda e in tv. Alla fine dello scorso anno, una ragazza di 19 anni di St. Cloud è stata la prima a competere nel concorso Miss Minnesota indossando hijab e un burkini. A febbraio, gli stilisti hanno assunto persone disabili per sfilare come modelli alla New York Fashion Week.

Il concetto tradizionale della società sulla bellezza sta cambiando, affermano gli addetti ai lavori. “Sono pronta per questa esperienza”, ha detto recentemente la Holmgren dopo aver partecipato a un corso di danza alla Bethel University, dove attualmente studia. “Quando mi esibisco sul palco, voglio che le persone mi vedano”.

E gli organizzatori del concorso, infatti, affermano di essere andati oltre la disabilità della Holmgren ed aver colto il talento, gli obbiettivi e la fiducia in se stessa. Per questo hanno accettato la domanda di partecipazione senza esitare.

Jordan Buckellew, direttore del Miss Amazing Minnesota, un concorso per donne e ragazze con disabilità, afferma che “ci stiamo allontanando da “Miss Simpatia”, dove tutte hanno i capelli biondi e gli occhi azzurri. Non lo accettiamo né lo definiamo più come sinonimo di bellezza”.

Nel 2015 la Holmgren è stata incoronata Miss Amazing Junior e ha continuato a rappresentare lo Stato nel concorso nazionale Miss Amazing Junior a Los Angeles.

La Holmgren, nata sei settimane in anticipo e senza esofago, è sempre stata ambiziosa e intraprendente, “non si è mai sentita limitata dalla disabilità e ha raggiunto più di quanto potessi sperare”, spiega la madre Sandi.

Fin da piccola ha studiato danza, attualmente è coreografa dei suoi balli in stile moderno. Si muove con grazia e le piace danzare per le persone perché “illumino la loro giornata. La sindrome di Down mi ha dato un dono, quello di scaldare i cuori”, sostiene la ragazza.

A novembre, al concorso di Miss Minnesota, la Holmgren non avrà la possibilità di eseguire una coreografia poiché non c’è una specifica categoria, ma potrà raccontare la passione per la danza.

Attualmente si sta esercitando anche a camminare con i tacchi alti, impegnando molto per essere in forma e indossare il costume da bagno. Spera che partecipare al concorso l’aiuterà a cambiare il concetto di bellezza e il modo in cui la società considera le disabilità.

“Tutto il mondo deve vedere che sono in grado di fare cose difficili e che le persone con la sindrome di Down sono belle e piene di talento”, afferma la determinata giovane.

Se la Holmgren, a novembre, dovesse vincere il concorso Miss Minnesota USA continuerebbe a gareggiare per Miss USA, la cui vincitrice partecipa successivamente a Miss Universo.

 

To Top