Video

YOUTUBE Mogherini in Iran col velo, polemiche: “Atto di sottomissione”

Mogherini in Iran col velo, polemiche: "Atto di sottomissione"

Mogherini in Iran col velo, polemiche: “Atto di sottomissione”

TEHERAN – Federica Mogherini è andata in Iran per l’insediamento del presidente Hassan Rohani al suo secondo mandato. La visita al Parlamento di Teheran ha scatenato molte critiche interne contro quei deputati che avevano fatto la corsa per un selfie con la ministra degli esteri dell’Ue ed anche fuori, per il fatto che la Mogherini indossasse il velo.

In Italia, la ministra è stata accusata prima da destra di non aver evitato di presenziare alla cerimonia e poi, da sinistra, di aver commesso un “atto di sottomissione” presentandosi al parlamento iraniano con il capo coperto.

Il senatore Lodovico Sonego di Articolo 1 Mdp  ha dichiarato che si è trattato di

un atto di sottomissione che offende le donne e umilia i valori europei. Quella scelta sancisce che l’Alto Rappresentante dell’Unione per gli affari esteri non è più persona adatta a rappresentare l’Unione Europea che è fondata su valori fondamentali quali il principio di uguaglianza, anche tra uomo e donna. Quel capo velato offende in primo luogo le donne iraniane, per non parlare di quelle saudite, impegnate in una lunga battaglia per affermare diritti umani fondamentali. Offende tuttavia anche ogni donna che, anche in Europa, reclama il godimento della pienezza dei diritti. Non starò ad elencare il positivo esempio di donne influenti e portatrici di responsabilità istituzionali che in questi anni hanno ostentato con orgoglio il loro capo scoperto innanzi ad autorità religiose o in paesi in cui le donne hanno l’obbligo del capo coperto. Bastava copiare. Mai più donne a capo coperto”.

A Sonego ha risposto con una nota la Ue, spiegando che per il ministero degli esteri, indossare il velo a Teheran era

“un obbligo protocollare assoluto”.

Intanto anche in Iran la visita della Mogherini ha scatenato polemiche. In Parlamento, alcuni deputati hanno fatto la corsa per un selfie con la ministra. Ad alcuni deputati questo gesto è sembrato un atto umiliante: “Questa è una resa all’Occidente”, ha sentenziato su Twitter il deputato Alireza Salimi, preannunciando che la Commissione sul comportamento dei parlamentari verificherà l’accaduto e se è stato conforme alle norme interne.

All’indomani delle nuove sanzioni all’Iran da parte del Congresso Usa, la Mogherini ha ricordato che tutte le parti sono tenute a rispettare l’accordo sul nucleare del 2015. L’interesse dei deputati iraniani per il capo della diplomazia dell”Ue -che ha emesso una serie di sanzioni contro l’Iran per la situazione dei diritti umani e il suo programma nucleare – è  stato però giudicato eccessivo. In un tweet qualcuno ha rilanciato un’immagine del film Malena, in cui si vede un grappolo di mani maschili che si precipitano ad accendere la sigaretta della protagonista, Monica Bellucci.

E in un altro qualcun altro ha ridicolizzato i deputati che si accalcavano postando un fotogramma del celeberrimo cartoon di Walt Disney in cui si vedono i Sette Nani che guardano Biancaneve con aria beata.

To Top