Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Moto Gp, Lorenzo pole. Tensione in pista con Rossi

ROMA –  E’ di Jorge Lorenzo la prima pole position del 2016. Il campione in carica ha messo tutti alle sue spalle nelle qualifiche del gran premio del Qatar che si correrà oggi. In gara, un suo rallentamento potrebbe essere stata la “miccia” che ha fatto scattare la prima piccola polemica della MotoGP 2016. Nel finale della quarta sessione di prove libere, Valentino Rossi si trovava alle spalle del compagno di squadra e stava cercando il “tempo” quando Lorenzo, probabilmente senza accorgersi della presenza del pilota italiano, ha rallentato senza spostarsi dalla traiettoria ideale.

L’episodio che ha fatto infuriare Valentino che subito dopo aver superato Lorenzo, l’ha mandato palesemente a “quel paese” con il braccio e poi ha chiesto spiegazioni al termine della sessione, quando i due si sono ritrovati fianco al fianco sul rettilineo per provare la partenza.

Dopo le polemiche per il finale della scorsa stagione, questo è un altro segnale piuttosto chiaro che fa capire che tipo di clima si respiri al box Yamaha. La situazione potrebbe favorire proprio Marc Marquez con cui Valentino Rossi ebbe la nota polemica durante la stagione scorsa.

Per quanto riguarda la gara, Jorge Lorenzo conquista la prima pole position del 2016. E tutta la prima fila parla spagnolo con la Honda di Marc Marquez (secondo tempo nelle qualifiche, staccato di appena 0,091 da Lorenzo ed in netta ripresa rispetto ai test invernali) e la Suzuki di Maverick Vinales.

Parla italiano invece la seconda fila con la Ducati di Andrea Iannone (quarto a 0,150) poi la Yamaha di Valentino Rossi, che nell’ultimo giro ha rosicchiato un paio di posizioni, avvicinandosi a Lorenzo. Completa la seconda fila l’altra Ducati, quella di Andrea Dovizioso, staccata di 0,420 da Lorenzo. Le premesse per vedere un gran premio avvincente sul circuito di Losail sembrano esserci tutte, visto che i migliori sono tutti vicini.

Nella giornata in cui la Yamaha annuncia di aver rinnovato il contratto con Valentino Rossi per altri due anni (”alla Yamaha mi sento a casa e si è visto con i risultati. Sono quindi molto motivato nel restare in sella alla mia YZR-M1 per raggiungere, quest’anno e i prossimi due, i migliori risultati possibili”, le parole del pesarese), Lorenzo – che in Qatar ha collezionato la sua 36/a pole position in Moto gp, la 62/a in carriera – fa capire subito le sue intenzioni, facendo il miglior tempo nel primo giro delle qualifiche. ”Il contratto? In questo momento ho la migliore posizione, sono il campione in carica e il più veloce – dice lo spagnolo, che rumors danno vicino alla Ducati per la prossima stagione – la Yamaha mi ha proposto il contratto una settimana fa ma ho deciso di aspettare. Quanto? Non penso tanto”.

A proposito dello scambio di gesti tra i due, a Sky Lorenzo ha spiegato: ”Non so cosa volesse Valentino io ero interno per entrare ai box e sulla riga bianca, più di così non potevo: mica potevo finire nell’erba per farlo passare. Non è successo nulla di grave”, minimizza lo spagnolo.

Tornando alla gara di oggi, la terza fila sarà aperta dalla Honda di Dani Pedrosa che ha preceduto i connazionali Hector Barberà (Ducati GP14.2) e Pol Espargarò (Yamaha M1). Aprirà la quarta fila il britannico Cal Crutchlow davanti ai connazionali Bradley Smith e Scott Redding.

Immagine 1 di 32
  • Moto Gp, Lorenzo pole. Tensione in pista con Rossi
  • (foto Ansa)
  • Graziano e Valentino Rossi (foto Ansa)
  • Valentino Rossi e Jorge Lorenzo (foto Ansa)
  • (LaPresse)
  • (LaPresse)
  • foto LaPresse
  • (foto Ansa)
  • (foto Ansa)
  • (foto Ansa)
Immagine 1 di 32




PER SAPERNE DI PIU'