Video

YOUTUBE Nanjing Green Towers, foreste verticali in Cina by Stefano Boeri

YOUTUBE Nanjing Green Towers, foreste verticali in Cina by Stefano Boeri

SHANGHAI – La Cina, uno dei Paesi con i livelli d’inquinamento più alti del pianeta, sta investendo sul “verde” e su uno stile di vita ecologico: sono infatti in costruzione due “foreste verticali“, dei grattacieli che, grazie alle piante e agli alberi, aiuteranno a diminuire i livelli di diossido di carbonio. Seicento alberi di grandi dimensioni, 500 di dimensioni medie e 2.500 piante “a cascata” copriranno i palazzi, chiamati “Nanjing Green Towers“.

La seconda torre, invece, ospiterà uno Hyatt hotel con 247 stanze e una piscina sul tetto, negozi, una sala conferenze e uno spazio per mostre. Le Nanjing green towers saranno completate nel 2018 e saranno le prime foreste verticali in Asia, costruite dall’architetto Stefano Boeri, già realizzatore di un edificio di questo tipo a Milano e Losanna.

La società d’architettura Boeri ha descrittyo le foreste verticali come un “futuro ecologico consapevole” e riporta sul proprio sito web: “Ogni giorno, in tutto il mondo, gli architetti pensano ed interpretano l’idea di alberi in cielo. Ogni tentativo è estremamente importante per il futuro dell’architettura e del nostro pianeta, perché un singolo pensiero può certamente avere un impatto, ma migliaia di pensieri possono cambiare il mondo”.

To Top