Blitz quotidiano
powered by aruba

Patrizia Bedori: “In M5s mi dicevano casalinga brutta obesa”

MILANO – Patrizia Bedori annuncia in lacrime che non sarà il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle a Milano e si toglie qualche sassolino dalla scarpa: “Tra di noi c’è qualche carogna“. “Io ho capito che non sono tagliata per farlo”, avrebbe detto fra l’altro l’esponente 5 Stelle nel suo discorso davanti agli attivisti del Movimento. Bedori, 52 anni, casalinga, si è detta comunque ancora a disposizione del Movimento, che ora dovrà decidere ufficialmente come individuare il nuovo candidato sindaco di Milano.

Mi avete dato della disoccupata, usando questa parola in maniera denigratoria, negativa: come dire sfigata. Sappiate che non ero in cerca di una cadrega (sedia, in milanese, ndr)”. Cita, l’ex candidata, anche i post offensivi, con nome e cognome: “A chi mi ha chiamato ‘casalinga brutta grassa e obesa’ e ‘fuori a calci nel culo’ non dico niente, poiché le sue parole si commentano da sole ma soprattutto si commenta la sua pagina FB”.

“Nelle squadre è importante capire chi fa cosa in base alle naturali predisposizioni e può accadere che ci si accorga di non sentire propria una determinata posizione”. E’ quanto afferma in un comunicato Patrizia Bedori, confermando che non correrà come candidata sindaco di Milano per il Movimento 5 Stelle. “In questi giorni – aggiunge l’ormai ex candidata – mi sono resa conto che il mio ruolo nel movimento non è questo e siccome faccio parte di una comunità con all’interno competenze eccezionali, lascio il posto a un altro portavoce. Sarò al suo fianco per tutta la campagna e non farò mancare mai la mia presenza affinché tutto quello che è stato fatto finora non vada perso, per supportarlo in questa fase difficile di campagna elettorale”.

“Ascoltare, dialogare prendermi cura delle relazioni invece di competere in prima linea è quello che sento più nelle mie corde – afferma Bedori – ed è quello che faccio da anni, è per questo che sono stata scelta, ed è quello che voglio continuare a fare. Non mi ritiro, faccio un passo di lato, sono certa che potrò essere più utile in consiglio comunale nelle battaglie sul territorio accanto ai cittadini come ho fatto in questi anni se verrò eletta o come cittadina attiva se non verrò eletta”. “È una decisione – conclude Bedori – intima e insindacabile, per me i valori del movimento sono nel mio dna, uno vale uno. Il nuovo candidato sindaco sarà formalizzato nei prossimi giorni”





PER SAPERNE DI PIU'