Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Placido Domingo: “Salviamo la Laguna di Venezia”

VENEZIA – Placido Domingo si mobilita per la Laguna di Venezia: il tenore e presidente di Europa Nostra ha girato un video appello per la difesa della laguna più nota al mondo, sito considerato a rischio.

Europa Nostra – ha detto Domingo – suona il campanello d’allarme per ricordare al mondo intero che Venezia non può sopravvivere senza la sua Laguna. Venezia nasce dalle acque. La laguna non solo rappresenta l’origine e il passato della città storica, ma è anche un organismo vivente in simbiosi con la città, ed è quindi indispensabile per assicurarle un futuro”.

Ma il tenore Domingo e l’associazione ambientalista non si sono mobilitati solo per Venezia. Sono infatti sette i siti in pericolo secondo Europa Nostra e l’Istituto della Banca Europea per gli Investimenti. Si tratta del sito archeologico di Ererouyk e del villaggio di Anipemza in Armenia), della fortezza di Patarei Sea a Tallinn in Estonia, dell’Aeroporto Helsinki-Malmi in Finlandia, del ponte girevole Colbert a Dieppe, in Francia, del quartiere Kampos a Chios (Grecia), del Convento di Sant’Antonio da Padova in Estremadura (Spagna) e dell’antica città di Hasankeyf con i suoi dintorni (Turchia).

“Questa lista – ha aggiunto Placido Domingo – porta attenzione a rari esempi del patrimonio culturale e naturale europeo che rischiano di essere perduti per sempre. Le comunità locali sono impegnate a tentare di salvare queste testimonianze della nostra storia comune, ma necessitano di molto sostegno. Salvare il nostro patrimonio culturale porta incommensurabili benefici sociali ed economici non solo alle regioni ed ai paesi coinvolti ma all’Europa nella sua interezza, come è stato sempre più spesso riconosciuto dalle istituzioni della Ue ed è stato chiaramente dimostrato dal rapporto recentemente pubblicato dal titolo ‘Cultural Heritage Counts for Europe (il patrimonio culturale conta per l’Europa)'”.





PER SAPERNE DI PIU'