Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Portiere espulso, attaccante para rigore

MILTON KEYNES – Il portiere viene espulso e la sua squadra costringe un giocatore in campo a mettersi un paio di guanti e una maglia da portiere. E’ accaduto alla MK Dons, squadra della serie B inglese durante un match contro il Preston North End. I Dons avevano finito tutte le sostituzioni ed hanno chiesto ad un giocatore a mettersi un paio di guanti e una maglia da portiere. Questo tipo di situazione spesso si traduce in una comica. In questo caso invece, il giocatore è stato all’altezza della situazione. Subito dopo il rigore, infatti, è stato abbracciato dai compagni e applaudito sugli spalti.

Il MK Dons, squadra originaria della città britannica di Milton Keynes, stava giocando contro il Preston North End. A parare il rigore è stato l’attaccante Alex Revell. Malgrado Revell sia riuscito a parare il rigore, la partita è terminata sull’1 a 1.

Qualche giorno fa, in un match colombiano tra l’Indipendente Medellin e Alianza Petrolera, l’arbitro devia il tiro di schiena, spiazzando il portiere e segna. Nolberto Ararat, malgrado abbia deviato vistosamente la palla, ha deciso di convalidare il gol ed è finito nel tabellino del match alla voce ‘marcatori': “suo” il primo gol dell’incontro al 7′ minuto di gioco, quando ha deviato nella porta dell’Alianza una conclusione di John Hernandez. Il tutto, ovviamente, a norma di regolamento: il tocco dell’arbitro è chiaramente involontario e non gli è restato altro da fare che convalidarlo. La partita è poi finita 4-1 per l’Indepentente Medellin.





PER SAPERNE DI PIU'