Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Rapinano ex generale e fuggono, lui reagisce così

SANTO DOMINGO – Un ex militare viene rapinato in casa. Lui è uscito con un fucile ed ha reagito sparando e uccidendo uno dei rapinatori sparando un solo colpo. José Ramirez Guerrero, questo il suo nome, deve essere stato noto per la sua mira infallibile: i rapinatori lo hanno assalito armati di pistola a Santo Domingo, all’interno della sua abitazione.

Poi dopo il furto sono fuggiti a piedi lungo la strada adiacente la casa dell’ex militare che aveva con sé un fucile M4 da cui, dopo aver compiuto pochi passi, è partito il colpo mortale che ha lasciato morto a terra uno dei due rapinatori in fuga. Una telecamera di sorveglianza ha ripreso tutta la scena.

La storia ricorda quanto accaduto a New York qualche giorno fa. Un ragazzo di 17 anni di Brooklyn aveva ordito il piano per una rapina perfetta e si è ritrovato in ospedale senza un braccio. La rapina non è andata bene visto che la vittima, Phillip Pierre, 39 anni, dopo essersi accorto della situazione è scappato con l’auto investendolo. Zachary è rimasto incastrato sotto la vettura, perdendo l’avambraccio destro. Nonostante l’emorragia e il dolore lancinante si è rialzato e ha iniziato correre, lasciando dietro di sé l’arto perso e la pistola.

Poi è riuscito a salire su un autobus tentando una fuga disperata: tuttavia non è passato inosservato e l’autista ha immediatamente chiamato un’ambulanza e la polizia. Zachary è in ospedale in condizioni gravi ma stabili: secondo la polizia, appena si riprenderà dovrà rispondere di rapina a mano armata.

Immagine 1 di 3
  • Rapinano ex generale e fuggono3
Immagine 1 di 3




PER SAPERNE DI PIU'