Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Rapinatore non ha pietà: come terrorizza bambini

PALERMO – La polizia di Palermo ha arrestato gli autori della violenta rapina a mano armata compiuta il 23 luglio 2014 ai danni di una farmacia in cui erano presenti anche una donna incinta e dei bambini, terrorizzati dall’uomo che ha minacciato i commessi con la pistola.

Un tatuaggio malcelato dalla manica di una felpa ed un pantalone uguale e a quello indossato in corso di rapina, sono gli elementi che hanno incastrato uno dei due autori.

Il complice, che era rimasto all’esterno della farmacia, è stato rintracciato grazie a indagini nei luoghi frequentati dal primo arrestato.

La rapina, come registrato dalle telecamere di videosorveglianza, si connotò di momenti di alta tensione: pistola in pugno e puntata ad altezza uomo, il rapinatore poi identificato per Di Cesare, si avvicinò alla cassa, facendosi largo tra gli attoniti clienti tra i quali una donna incinta ed una cittadina, letteralmente terrorizzata per l’incolumità dei tre piccoli figli, a loro volta, presenti all’assalto e scoppiati in lacrime dalla paura.

“La minacciosa postura del Di Cesare servì a coprire l’azione di un complice ancora non identificato e capace, nel frattempo, di svuotare di 1.000 euro una cassa della farmacia – spiegano gli inquirenti – ad attendere i due, con funzioni di »palo« all’esterno della farmacia, almeno un altro individuo, appunto Spinnato Francesco”.





TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'