Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Reporter infastidito da cane interrompe diretta

MEMPHIS – Il reporter Earle Farrel lavora per la tv Fox 13 di Mephis. L’inviato si trova un giorno di anticipo nella zona in cui si sarebbe tenuto un raduno del candidato alla primarie repubblicane Donald Trump.

Il giornalista, mentre parla viene avvicinato da un cane randagio molto affettuoso nei suoi confronti. L’accoglienza del cane avvenuta in diretta tv è stata troppo calorosa ed ha costretto la tv a chiudere la diretta per cercare di mandarlo via. Alla fine, l’animale che ha vissuto i suoi 15 secondi di gloria è stato allontanato anche grazie a Farrel che ha mantenuto una certa calma.

Nel 2001 la popolazione stimata di cani era di 400 milioni; secondo un’altra fonte, nel 2015 sono aumentati fino a diventare 530 milioni.

L’addomesticamento del cane da parte dell’uomo ha origini antichissime. I più antichi resti fossili di cane in uno stanziamento umano sono stati rinvenuti in una tomba e risalgono a 11.000-12.000 anni fa; ma si suppone che l’origine del rapporto fra le due specie si collochi molto più indietro nel tempo, fra 19.000 e 36.000 anni fa. Lo studio di un cranio di “canide simile a un cane” ma non direttamente collegato al cane moderno, rinvenuto nei monti Altai in Siberia, ha fatto ipotizzare che le diverse razze canine moderne non abbiano un unico progenitore comune, ma discendano da diversi distinti processi di addomesticamento dei lupi in diverse aree del mondo.

Immagine 1 di 3
  • Reporter infastidito da cane interrompe diretta
  • YOUTUBE Reporter infastidito da cane interrompe diretta
Immagine 1 di 3




PER SAPERNE DI PIU'