Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Rosenborg, calciatori fanno gli assist dal…palazzo

OSLO – Il Rosenborg colleziona campionati e coppe norvegesi, ma è anche diventato un fenomeno virale sui social per alcune iniziative stravaganti. L’ultima della serie si chiama l’epic volley, oppure meglio conosciuta come “calcio estremo”. Alcuni giocatori, ben legati con delle corde, sono infatti saliti su un grattacielo di 74 metri e da lì hanno calciato il pallone per alcuni compagni all’interno dell’Lerkendal Stadion, il tutto per servire un assist vincente ai compagni. Chissà se ci saranno riusciti…

Chissà se riusciranno a farlo anche i calciatori della Juventus, paragonati da Arrigo Sacchi proprio al Rosenborg. Una bordata a freddo, in un momento in cui la squadra ha vinto 17 delle ultime 18 partite, in cui è in testa al campionato dopo un inizio di stagione da incubo, in cui si gioca il tutto per tutto in Champions League in una missione quasi impossibile a Monaco di Baviera. Eppure per Arrigo Sacchi la Juventus “è come il Rosenborg. In Norvegia vince lo scudetto ogni anno ma in Europa non vince”.

Parole chiare e dirette, probabilmente ingenerose che il tecnico pronuncia in una intervista a LaPresse. Sacchi non le manda a dire anche se non manca anche un complimento: “La Juve è dieci anni avanti a tutte le altre per coesione e competenza. Il suo limite sono i verbi. Noi al Milan ne coniugavamo tre: vincere, convincere, divertire. La Juventus ne coniuga uno: vincere. È una debolezza. Si dirà: ‘Ma in Italia continua a vincere’. E io dirò: anche il Rosenborg vince sempre lo scudetto in Norvegia. Ma cosa conta è la Champions League e in Europa la Juventus fatica”. La risposta di Allegri: “Sacchi è un amico, e poi ha 70 anni…”.

 

 

 





TAG:

PER SAPERNE DI PIU'