Video

YOUTUBE Sceglie le note con lo sguardo: una violinista le suona per lei in tempo reale

YOUTUBE Sceglie la nota con lo sguardo: una violinista le suona per lei in tempo reale

Rosemary Johnson

LONDRA – Rosemary Johnson non è in grado di muoversi o di parlare a causa di un gravissimo incidente che la tiene immobile su una sedia a rotelle da poco meno di 30 anni. Utilizzando però dei sensori attaccati alla testa, ora questa donna di 51 anni è tornata in un certo modo a suonare attraverso la selezione delle note da uno schermo. Il resto lo fa la sua ex collega Alison Balfour-Paul che suona col violino quello che legge su un secondo schermo collegato a quello di Rosemary. La performance è andata bene ed è stato realizzato un filmato di cui parla il Daily Mail.

La tecnologia è stata sviluppata grazie ad un progetto congiunto tra l’Università di Plymouth e il Royal Hospital for Neuro-disability di Londra in cui la Johnson vive. La tecnologia è resa possibile da un computer collegato al cervello che lavora con gli stimoli trasmessi da alcuni elettrodi. L’utente crea la musica e le note finiscono su uno schermo. La signora Balfour-Paul di Cardiff, una delle migliori amiche ed ex colleghe di Rosemary, ha suonato le note con il proprio violino che ha letto su uno schermo.

La Johnson era un promettente musicista classica, diventata all’età di 22 anni il quarto violino all’orchestra Welsh National Opera. Rosemary, dopo soli nove mesi di permanenza con l’orchestra, ha avuto un gravissimo infortunio automobilistico proprio mentre stava andando, nel 1988, ad un concerto nel Galles del Nord.

La signora Balfour-Paul è stata avvicinata circa sei settimane fa da un amico comune che era rimasto in contatto con la signora Johnson. Come ha raccontato alla Bbc, in poco tempo si è convinta a partecipare a questo progetto rifiutato da altri ex colleghi: “Ho accettato perché 29 anni fa ero una collega di Rosie . Era un’ottima musicista. Ora è intrappolata in questo terribile incidente che le ha danneggiato terribilmente il cervello. Rosemary era una persona molto aperta, una persona felice e frizzante. Non aveva nessun orgoglio particolare per quello che stava facendo. Per lei era solo una cosa naturale”.

La musica che la coppia suona insieme è stata composta in anticipo. La Johnson sceglie tra quattro note diverse che appaiono sulla schermo quella che vuole. La nota scelta appare poi sullo schermo della Balfour-Paul che la riproduce in tempo reale.

To Top