Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Siria, missili Usa non fermano carri armati di Putin

ROMA – Alcuni guerriglieri siriani combattono contro le forze lealiste a Sheikh Aqil, nei pressi di Aleppo. Sono equipaggiati con un sistema anticarro TOW BGM-71 fornito dagli americani e puntano un carro armato russo T-90.

I guerriglieri continuano a ripetere “Allahu Akbar”, mentre l’operatore inquadra il carro armato. Lancia il missile che si dirige verso il mezzo pesante, ma la testata viene neutralizzata probabilmente dal sistema reattivo “Shtora”. Il video, pubblicato tre giorni fa su Youtube, conferma (se mai ce ne fosse bisogno) i sistemi anticarro di produzione Usa in mano ai ribelli.

Mosca infatti ha inviato in Siria una forza corazzata da attacco composta da T-90 a supporto della campagna a sud di Aleppo. La presenza dei carri armati di terza generazione è motivata dalla capacità del nemico (Isis- ribelli supportati dagli USA) di disporre di missili TOW, in grado di distruggere le piattaforme corazzate meno avanzate come il T-72, carro armato standard di Damasco pesante 41 tonnellate.

 





PER SAPERNE DI PIU'