Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Snowboarder scappa: la valanga lo insegue

Snowboarder ha la valanga che lo "insegue". Accade allo svizzero Kevin Bantli mentre è impegnato in un fuori pista ad Arosa sulle Alpi Svizzere.

AROSA (SVIZZERA) – Snowboarder ha la valanga che lo “insegue”. Accade allo svizzero Kevin Bantli mentre è impegnato in un fuori pista ad Arosa sulle Alpi Svizzere. Bantli si ritrova con una valanga che lo “insegue” e se la vede brutta, riuscendo alla fine a mettersi in salvo.

Tutta la scena viene filmata da Martin Schläpfer, un amico che sta con lui.

Molto spesso, queste valanghe sono create proprio dall’attività umana. Ne è un esempio quella documentata nei giorni scorsi e accaduta a Sugar Bowl in California. Anche qui il protagonista è uno snowboarder che, dopo aver provocato volontariamente una valanga, la riprende con la sua GoPro: nel video diventato virale in poche ore si vede il giovane che si salva per miracolo, rischiando ora di essere incriminato per aver provocato la slavina. Per scendere con la tavola, il ragazzo era entrato infatti in un’area della località sciistica chiusa al pubblico e ad accusarlo ora, paradossalmente, è proprio il video diffuso sui social network e sul web.

Un altro filmato pubblicato sempre in questi giorni, documenta invece una valanga che a Evolene sempre in Svizzera avanza inesorabilmente distruggendo alberi e tutto quello che incontra sul suo tragitto. Nel video, si può sentire anche il suono delle radici degli alberi che scricchiolano mentre vengono strappate dal suolo. La valanga è stata innescata come misura di sicurezza per smaltire il pesante accumulo di neve che si trova sopra una strada.

 

Immagine 1 di 4
  • Snowboarder con la valanga che lo "insegue"Snowboarder con la valanga che lo "insegue"
  • Snowboarder con la valanga che lo "insegue"
  • Snowboarder con la valanga che lo "insegue"
  • Snowboarder con la valanga che lo "insegue"
Immagine 1 di 4

 





PER SAPERNE DI PIU'