Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE “Super-eroi sovietici”: la risposta russa ad X-Men

MOSCA – “Guardiani: super-eroi sovietici”: il film che potrebbe piacere a Vladimir Putin. Un kolossal ispirato ai film dei super-eroi americani, da Batman a Superman fino ad arrivare alle ultime pellicole della Marvel. 

Il film, diretto dal regista armeno Sarik Andreasyan, vede nel suo cast Sebastien Sisak, Anton Pampuchniy, Sanzhar Madiev, Alina Lanina, Valeria Shkirando e Stanislav Shirin. Ambientato durante la Guerra Fredda, il film racconta di un gruppo di volontari, uomini e donne provenienti da tutte le Repubbliche dell’Unione Sovietica, che si sottopongono ad un programma di modifica del dna che dà loro poteri speciali, riflettendo la forza e le tradizioni del popolo dell’Urss.

La storia raccontata nel film è una sorta di risposta in chiave sovietica al film “X-Men: First Class”, ma usa la crisi dei missili cubana come set.

Il regista Sarik Andreasyan è noto anche per aver girato un film in cui la mafia è al centro di una sorta di gioco in cui otto civili devono individuare due mafiosi che terrorizzano la comunità. Un gioco in cui in palio c’è la vita. E chi perde muore.

In entrambi i casi si tratta di film di fantascienza, dall’ambientazione cupa e drammatica, ricchi di effetti speciali e con protagonisti-eroi molto simili a quelli della tipica filmografia americana.

Immagine 1 di 4
  • YOUTUBE "Super-eroi sovietici": la risposta russa ad X-Men 5
  • kinopoisk.ru
Immagine 1 di 4




PER SAPERNE DI PIU'