Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Terremoto Nuova Zelanda fa squagliare la scogliera

Terremoto Nuova Zelanda: crolla parte scogliera. Succede a causa della scossa di magnitudo 5,9 che ha provocato dei feriti.

YOUTUBE Terremoto Nuova Zelanda, crolla parte scogliera. Numerose persone sono rimaste ferite in Nuova Zelanda e un pezzo di scogliera è crollato nell’oceano a causa di un terremoto di magnitudo 5,9 che ha colpito l’est del Paese, vicino a Christchurch, la città che ancora in fase di ricostruzione dopo il devastante sisma del 2011.

Il terremoto, registrato circa 15 km a est di Christchurch e ad una profondità di 31 km, ha portato all’evacuazione di un palazzo e al crollo di parte della scogliera di Taylor’s Mistake, a sudest della città. Si è trattato di uno dei più violenti terremoti mai registrati dal 22 febbraio del 2011, giorno in cui una scossa di magnitudo 6,3 provocò la morte di 185 persone a Christchurch e la distruzione di vaste aree della città che conta 368mila abitanti.

Ad ottobre scorso, il dottor M.T. Keshe, un presunto ingegnere nucleare, ha diffuso in quelle settimane sul web una bufala apocalittica che ormai circola da mesi secondo la quale arriverà un terremoto così potente da dividere in due il continente americano e causare uno tsunami che ucciderebbe almeno 40 milioni di persone tra la California e, appunto, la Nuova Zelanda.

Immagine 1 di 3
  • Terremoto Nuova Zelanda, crolla parte scogliera
Immagine 1 di 3

 





PER SAPERNE DI PIU'