Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Troupe tv aggredita a Stoccolma da alcuni immigrati

STOCCOLMA – Una troupe di 60 Minutes, programma condotto dalla giornalista Liz Hayes che inj Australiava in onda su Nine Network in Australia è stata attaccata mentre stava realizzando un servizio a Stoccolma. La troupe stava intervistando alcuni residenti sulla crisi dei migranti nel sobborgo di Rinkeyby. Qui, un gruppo di uomini mascherati li ha attaccati improvvisamente.

Quanto accaduto, andrà in onda questa sera sulla tv australiana: il Daily Mail pubblica il promo tv in cui si vede l’aggressione che comincia con la signora Hayes che sta passeggiando per le vie della città provando a chiedere ai passanti qualcosa a proposito del problema rifugiati. Improvvisamente arriva un gruppo di uomini mascherati che lancia un barattolo di metallo contro giornalista e operatori prima di passare alle mani.

Ad aggredire la troupe, sarebbero stati alcuni immigrati africani con il volto coperto. Un cineoperatore ha ricevuto un colpo sulla bocca, un altro è stato colpito al mento ed ha perso un dente. Un altro sarebbe stato anche investito.

L’Espresso, a proposito del sobborgo di Stoccolma, a gennaio scriveva che il

“95 per cento della popolazione del quartiere di Stoccolma è costituito da immigrati di prima o seconda generazione. Una Babele di lingue e religioni che ha messo in crisi lo spirito egualitario scandinavo”.

I motivi dell’aggressione restano al momento sconosciuti. Il team, dopo l’aggressione ha deciso di lasciare Rinkeby.

Immagine 1 di 6
  • Troupe tv aggredita a Stoccolma da alcuni immigrati 5
  • Troupe tv aggredita a Stoccolma da alcuni immigrati
Immagine 1 di 6

 

 





PER SAPERNE DI PIU'