Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Trump: Potrei sparare a qualcuno e avere ancora voti

Donald Trump in campagna elettorale per la Casa Bianca non conosce limiti. "Potrei sparare a qualcuno e non perdere nemmeno un voto..."

NEW YORK – Donald Trump è il candidato alla Casa Bianca nel 2016 che non teme di violare il limite del politically correct. Così il 23 gennaio, durante un comizio, ecco che con il suo umorismo dimostra di non conoscere limiti. “Potrei sparare a qualcuno in mezzo alla strada a New York e non perderei voti“, ha detto il candidato repubblicano ridacchiando.

Per Trump, in corsa alla presidenza degli Stati Uniti nel 2016, non si tratta della prima battuta (sopra le righe) che potrebbe far dubitare del suo buon senso. L’obiettivo del candidato era sicuramente quello di scherzare e di ricambiare l’affetto dei suoi fan repubblicani, che lo vorrebbero alla Casa Bianca per il dopo Barack Obama.

“Potrei stare in mezzo alla Quinta Strada e sparare a qualcuno, e non perderei nemmeno un elettore”,

ha affermato il candidato repubblicano nel corso di un evento elettorale in Iowa. La sua uscita non è sfuggita ai detrattori, che lo accusano di alimentare la violenza delle armi e di fomentare il terrorismo. Ma Trump va dritto per la sua strada, ribadendo l’intoccabilità del secondo emendamento della Costituzione americana e attaccando ancora una volta Obama e il suo ricorso a decreti per imporre maggiori controlli sulla vendita di pistole e fucili.

 





PER SAPERNE DI PIU'