Blitz quotidiano
powered by aruba

YOUTUBE Udine, catturato orso da 189 kg: libero con collare

UDINE – Un orso di 189 chili è stato catturato a fini di studio sulle pendici del monte Lovinzola di Verzegnis (Udine) dai ricercatori dell’Università di Udine, secondo i quali quasi certamente si tratta di M4 noto anche con il nome di Francesco, orso proveniente dal Trentino dove è nato nel 2008.

L’animale è entrato nella gabbia che si è chiusa automaticamente ed è stato immediatamente sedato, sottoposto a vari prelievi di pelo e sangue e pesato. È stato quindi dotato di collare satellitare. Dopo circa tre ore l’animale si è risvegliato e ha ripreso il suo cammino.

La dotazione di un collare satellitare permetterà di monitorare l’orso per un massimo di 18 mesi. In questo modo si cercherà di capire e conoscere le più nascoste abitudini di questa specie e di questo individuo in particolare, oltre che di prevenire danni al patrimonio zootecnico.

Lo scorso marzo, un orso è stato liberato nel bosco. La gabbia si apre e la testa dell’orso esce timidamente. Il grande grizzly si guarda intorno, a destra e sinistra, poi comincia ad avanzare sulla pedana posta davanti alla gabbia. Quando si rende conto di essere solo, l’orso inizia a correre via dalla gabbia con una espressione decisamente felice per la libertà ritrovata. Il video della liberazione dell’orso è stato pubblicato su YouTube e su Facebook dall’organizzazione Montana Fish, Wildlife & Parks. Nel video si vede il grizzly, che era stato catturato a Columbia Falls nel Montana dopo aver ucciso alcuni polli, venire lasciato libero nella natura. L’animale appare prima diffidente all’apertura del dispositivo di cattura in cui era confinato (video Agenzia Vista).

 

 

 





TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'