Video

YOUTUBE Udine, catturato orso da 189 kg: libero con collare

L'orso Francesco (Ansa)

L’orso Francesco (Ansa)

UDINE – Un orso di 189 chili è stato catturato a fini di studio sulle pendici del monte Lovinzola di Verzegnis (Udine) dai ricercatori dell’Università di Udine, secondo i quali quasi certamente si tratta di M4 noto anche con il nome di Francesco, orso proveniente dal Trentino dove è nato nel 2008.

L’animale è entrato nella gabbia che si è chiusa automaticamente ed è stato immediatamente sedato, sottoposto a vari prelievi di pelo e sangue e pesato. È stato quindi dotato di collare satellitare. Dopo circa tre ore l’animale si è risvegliato e ha ripreso il suo cammino.

La dotazione di un collare satellitare permetterà di monitorare l’orso per un massimo di 18 mesi. In questo modo si cercherà di capire e conoscere le più nascoste abitudini di questa specie e di questo individuo in particolare, oltre che di prevenire danni al patrimonio zootecnico.

San raffaele

Lo scorso marzo, un orso è stato liberato nel bosco. La gabbia si apre e la testa dell’orso esce timidamente. Il grande grizzly si guarda intorno, a destra e sinistra, poi comincia ad avanzare sulla pedana posta davanti alla gabbia. Quando si rende conto di essere solo, l’orso inizia a correre via dalla gabbia con una espressione decisamente felice per la libertà ritrovata. Il video della liberazione dell’orso è stato pubblicato su YouTube e su Facebook dall’organizzazione Montana Fish, Wildlife & Parks. Nel video si vede il grizzly, che era stato catturato a Columbia Falls nel Montana dopo aver u****o alcuni polli, venire lasciato libero nella natura. L’animale appare prima diffidente all’apertura del dispositivo di cattura in cui era confinato (video Agenzia Vista).

 

 

 

To Top