Video

YOUTUBE Vegani, lo saremo tutti nel 2067? Secondo la Bbc…

Vegani, lo saremo tutti nel 2067? Secondo la Bbc...

Vegani, lo saremo tutti nel 2067? Secondo la Bbc…

LONDRA – Nel 2067 gli umani saranno “più pacifici e contenti che mai: la violenza è sconfitta dalla compassione, la depressione curata dall’intimità, e i giovani sono stati protetti dagli orrori del passato”. A dirlo è un documentario della Bbc. Il motivo della serenità sarebbe da ricercare nel fatto che tra 50 anni saremo tutti vegani.

Ad assicurarlo è il documentario “The Carnage” (­La carneficina ndr), un film esilarante girato da Simon Amstell e pubblicato online dalla tv britannica. In pochi mesi, è diventato un cult e come scrive Sara Gandolfi sul Corriere,  è diventato una sorta di nuovo manifesto della Crociata vegan.

“Essere vegani non è mai stato così di moda. Al bando le figure tristi ed emaciate, ‘rivoluzionari seduti intorno a cibo marrone’ del secolo scorso. Oggi il ‘vegan style’ promette fisici sani e coscienza pulita. Gli allevamenti, sostiene l’Onu, producono il 14,5% delle emissioni globali di gas nocivi per l’ambiente; se tutto il mondo smettesse di nutrirsi con carne, pesce e derivati, le emissioni alimentari complessive, responsabili di un quarto dei gas serra, si ridurrebbero del 70% entro il 2050, conferma una ricerca dell’Università di Oxford”.

“Il boom mondiale non poteva che partire dalla Gran Bretagna, dove nel 1944 Donald Watson coniò il termine e fondò la Vegan Society: qui gli adepti sono aumentati del 260% in dieci anni, le vendite di cibo vegano del 1.500%. Il resto del pianeta segue: se nei Paesi asiatici la sfida è facile, per tradizione gastronomica e abitudine a prendere ordini dall’alto — la Cina si è impegnata a dimezzare i consumi di carne — in Europa la svolta è dettata principalmente da un trend che sta conquistando i più giovani.”

“In prima fila l’Italia dove i vegani, dice Eurispes, sono triplicati in un anno: erano poco meno dell’1% nel 2016, ora sono il 3% (…)”.

 “Nel 2067, nel paradiso vegano immaginato da Amstell, gli anziani seguono sedute psicoterapiche di gruppo per superare la vergogna del passato. Una strepitosa Linda Bassett (mostro sacro del teatro britannico, attrice in Calendar Girls) passa la palla e a turno ognuno confessa il suo reato: ‘Ho mangiato Camembert, parmigiano, Edammer…'”.
To Top