Video

YOUTUBE Virginia Raggi a DiMartedì: “Io mi rivoterei. Appendino? Ognuno ha la sua città…”

YOUTUBE Virginia Raggi a DiMartedì: "Io mi rivoterei. Appendino? Ognuno ha la sua città..."

YOUTUBE Virginia Raggi a DiMartedì: “Io mi rivoterei. Appendino? Ognuno ha la sua città…”

ROMA – Virginia Raggi perde popolarità come sindaco di Roma. Lei penultima tra i più amati, mentre la sindaca M5s di Torino, Chiara Appendino, è la prima in classifica. Intervistata a diMartedì, in onda su La7, la Raggi appare molto clemente con sé stessa, dopo mesi di problemi legati alla sua squadra, prima disapprovata dai vertici M5s e poi decimata dalle indagini, e da una Capitale che ha bisogno di essere governata per non affondare.

I cittadini nella classifica stilata dimostrano di aver perso la fiducia nei suoi confronti, ma il sindaco M5s di Roma Virginia Raggi continua a dire di aver bisogno di tempo per lavorare:

“Io rivoterei la sindaca Raggi e soprattutto le darei la possibilità del tempo, possibilità che è stata data a tutti gli altri sindaci”.

Circa le grandi opere, ovvero Stadio della Roma, l’area dell’ex Fiera e il prolungamento della Metro C, Raggi ha sottolineato che l’alternativa non è tra

“fare o non fare, tra opere o immobilismo: c’è una terza via che è quella di fare opere necessarie. Le amministrazioni precedenti hanno fatto grandi opere che hanno poi gravato sulla comunità con debiti, ora abbiamo bisogno di opere necessarie tipo la manutenzione stradale”.

Guai poi a paragonarla alla Appendino, che è risultata tra i sindaci più apprezzati in Italia, con un terzo posto andato all’ex M5s Federico Pizzarotti, sindaco di Parma:

“Appendino? Ognuno deve fare il sindaco della propria città, è brava. In Italia c’è Mafia Capitale non Mafia Sabauda -ha aggiunto- dunque è ovvio che io mi debba opporre alla macchina, è una situazione diversa”.

To Top