Aborto, Marcia per la Vita a Roma: “Siamo in 30 mila”

Pubblicato il 12 Maggio 2013 12:14 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2013 12:25
Il cardinale Burke alla "marcia per la vita" (LaPresse)

Il cardinale Burke alla “marcia per la vita” (LaPresse)

ROMA – Sono 30 mila, secondo gli organizzatori, i partecipanti alla marcia nazionale per la Vita partita pochi minuti fa dal Colosseo. A prenderne parte istituti religiosi, parrocchie e associazioni laicali pro-life. In testa al corteo, dietro lo striscione con su scritto ‘Marcia nazionale per la Vita’ anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno. ”E’ un segnale di grande sensibilità questa manifestazione – ha detto – perché al Colosseo si manifesta contro la pena di morte e quindi non si può non dire ‘no’ alla strage degli innocenti. Sarebbe giusto attuare la legge 194 nella parte in cui si propone di aiutare le donne a non abortire per dare una mano a chi è in difficoltà”’.

E rispondendo a chi gli chiedeva cosa pensasse della tutela delle coppie omosessuali, Alemanno ha detto che ”bisogna difendere la libertà di tutti ma la famiglia, così come sancita dalla Costituzione, è  un’altra cosa”. La marcia nazionale per la Vita, partita dal Colosseo, arriverà fino a Castel Sant’Angelo. La manifestazione, alla terza edizione, ha rilevanza mondiale e per questo questo sono presenti molte delegazioni straniere.

Tra i partecipanti alla Marcia, informano in una nota gli organizzatori, il cardinale Burke e numerosi parlamentari, tra cui Maurizio Sacconi, Giorgia Meloni, Maurizio Gasparri e Carlo Giovanardi. Prima della partenza della terza Marcia Nazionale per la Vita, prosegue la nota, ha preso la parola la portavoce della Marcia, Virginia Coda Nunziante, che ha ricordato ”come la lotta a favore della vita è anche a difesa dell’intera società, sottoposta a un’enorme e spaventosa crisi valoriale”.

Sono poi intervenuti i vari rappresentanti delle delegazioni straniere, tra cui Jeanne Monahan, presidente della imponente e storica March for Life di Washington. Tutti hanno ribadito l’importanza di lottare in tutto il mondo contro l’aborto in spirito di unità.