Allarme Tsunami rientrato nell’Oceano Indiano, dopo le scosse di terremoto nelle isole Andimane. Pericolo cessato anche in Giappone

Pubblicato il 11 Agosto 2009 9:54 | Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2009 9:54

myanmarL’allarme tsunami, che era stato dichiarato in cinque paesi asiatici, dopo il terremoto di magnitudo 7.6 registrato nelle isole Andimane, nell’Oceano Indiano, è rientrato.

Il Pacific Tsunami Warning Center ha dichiarato il cessato pericolo in India, Birmania, Indonesia, Thailandia e Bangladesh dopo il terremoto. L’epicentro del sisma è stato registrato 262 chilometri a nord di Port Blair, capoluogo delle isole Andimane, e 225 miglia a sud-ovest di Pathein, in Birmania  (Myanmar). Il terremoto è stato localizzato a circa 20 miglia di profondità.

Il bollettino del centro di avviso afferma che «la lettura del livello del mare indica che non si è formato uno tsunami significativo. Per questo il pericolo è stato cancellato».

Secondo i rilevamenti geologici, un altro terremoto di magnitudo 6.4 si è verificato sulle coste di Honshu, in Giappone, circa 12 minuti dopo la scossa registrata nell’Oceano Indiano. L’Agenzia Metereologica del Giappone ha detto che uno tsunami sarebbe seguito al sisma, ma che l’onda attesa sarebbe stata inferiore ai 60 centimetri.